Chirurgo contro la giunta rossa: “Noi lavoriamo anche a Capodanno e loro si fanno belli”

mercoledì 2 gennaio 17:10 - di Davide Ventola

Boom di condivisioni (circa 10mila) e commenti (circa 3mila) e oltre 24mila ”mi piace” per il post su Facebook di un chirurgo dell’Azienda ospedaliera di Pisa, Daniele Pezzati, un vero e proprio sfogo in difesa del suo lavoro e di quello dei colleghi anche contro i politici «che cercano disperatamente una scusa per depotenziarci e aprire un (inutile) ulteriore centro a Firenze».

Trapianti di fegato a Pisa: 161 in un anno

Il post era nato come occasione per fare gli auguri agli amici in anticipo perché, appena finito di effettuare un trapianto di fegato (il 160 in un anno, un record in Italia) era stato nuovamente chiamato per un nuovo intervento. «Non c’è stato tempo di festeggiare se non con un rapido caffè perché siamo ripartiti subito per prelevare un altro fegato per il trapianto 161…», aveva scritto il medico. Poi, si è rivolto ai “piani alti della politica”. Nomi e cognomi sono facili da individuare e sono quelli del governatore della giunta di sinistra Toscana Enrico Rossi e del suo assessore alla Sanità, Stefania Saccardi.

Il chirurgo: “Basta coi politici incompetenti”

Pezzati sottolinea che si tratta di «gente che, mentre facevo oltre cento notti di lavoro nel 2018, 700 ore di lavoro notturno, migliaia di km in auto aereo ed elicottero per andare a prelevare organi, dormiva comodamente nel proprio letto salvo poi riempirsi la bocca con i risultati miei e dei miei colleghi». «Ieri sera mio figlio – aveva proseguito – era triste perché non giocavo con lui e me ne andavo a lavoro. Io più triste di lui gli ho risposto che dovevo aiutare un tato che stava male. Non sa cosa vuol dire ma dice con fierezza che il suo babbo fa i trapianti e lo vuole fare pure lui. Sono fiero di ciò che faccio – aveva concluso Pezzati – ma stanco di vedere la sanità gestita da politici incompetenti che mi spremono come un limone non riconoscendo il sacrificio che costa fare ciò che faccio».

La replica irata della giunta toscana contro il chirurgo di Pisa

L’assessore regionale alla Sanità Stefania Saccardi, chiamata indirettamente in causa, ha commentato: «Come ho più volte ribadito, sia in occasioni pubbliche che in comunicazioni istituzionali, il Centro trapianti di fegato di Pisa è un’eccellenza nazionale, la sua attività non è messa in discussione da nessuno, e non c’è alcuna intenzione di depotenziarlo da parte della Regione. Chiunque si renda responsabile di dichiarazioni totalmente infondate, tali da suscitare allarme nei cittadini sarà chiamato a risponderne personalmente, anche attraverso l’adozione di provvedimenti disciplinari laddove ne ricorrano gli estremi». Più tardi la Asl pisana ha replicato al chirurgo, senza mai citarlo direttamente, con una nota che ha cercato di sminuire il ruolo di Pezzati. «Il numero di trapianti di fegato effettuati a Pisa – si legge nella nota – è in costante crescita ormai da anni: 119 nel 2015, 136 nel 2016, 142 nel 2017».  Per l’ente ospedaliero pisano  «ciò sarebbe impossibile senza il sostegno di tutta la struttura regionale. L’assessore Stefania Saccardi più volte ha ribadito la centralità del centro pisano nel panorama toscano e recentemente lo stesso presidente Enrico Rossi ha chiesto alla direzione aziendale di redigere un progetto che serva a rinforzare e sviluppare i punti di forza dell’Aoup tra cui, naturalmente, il centro di trapianti di fegato».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza