Si cala i pantaloni, si piazza davanti a una 16enne e si masturba sul bus: è un immigrato bengalese

mercoledì 7 novembre 13:32 - di Redazione

Roma, un altro episodio di ordinaria folla e inaccettabile malcostume su un autobus del trasporto pubblico capitolino. Un cittadino straniero sale a bordo, si guarda rapidamente intorno, poi sceglie appositamente di piazzarsi di fronte una ragazzina che si scoprirà solo poco dopo, ha appena 16 anni ed è stata individuata per assistere all’increscioso “spettacolo”. L’uomo, infatti, adocchiata la possibile spettatrice, si cala i pantaloni e si masturba sul bus davanti a lei…

Si masturba sul bus: è un immigrato bengalese

Sembrava una giornata come tante altre, almeno così credevano i passeggeri a bordo del 913 dell’Atac, quantomeno fino a ieri pomeriggio alle 17.30 quando, a una fermata lungo il tragitto, è salito sul mezzo un cittadino bengalese e ha iniziato a masturbarsi davanti ad una ragazza di 16 anni. L’autobus, si apprende da Roma Today, procedeva verso via Delle Medaglie d’Oro, quando il bengalese – un uomo di 33 anni – adocchiata la ragazzina si è avvicinato, ha cominciato a fissarla e poi, una volta calati i pantaloni, ha cominciato a farsi i fatti suoi, ostentandoli. per fortuna, un passeggero indignato dal comportamento dello straniero e preoccupato che la situazione potesse ulteriormente degenerare, ha provveduto a chiamare la Polizia che è intervenuta tempestivamente. Così, come riporta il quotidiano romano, il bus è stato bloccato e “l’irriverente” passeggero è stato fatto scendere. Quindi, condotto nella più vicina caserma: ora dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata. E gli è andata pure bene che, diversamente da quanto accaduto in altri illustri precedenti, la folla inferocita non è intervenuta a linciarlo…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • enzo 19 novembre 2018

    Un calcio sui co…….ni poi pestato di botte da tutti i passeggeri e buttato dall’autobus in corsa altro che polizia

  • Anna 14 novembre 2018

    Rimandateli al loro paese sopratutto almeno. Quando fanno del male.

  • Maddy 12 novembre 2018

    Je dovevano mena a sto zozzone…poi chiamare il 113!

  • You 11 novembre 2018

    Angela ma riprenditi che il punto non è chenneso lui si amore o meno un immigrato il punto è che andrebbe massacrato di botte perché non si fanno certe cose

  • Antonio 9 novembre 2018

    Quello che hanno fatto i signori viaggiatori e stata la cosa più giusta che si poteva fare. Disgraziatamente. Nei miei tempi e successo la stessa cosa dove io ero li presente, Al grido di un passeggero di chiamare la volante. Che iddio mi perdoni, lo caricai di tanti colpi che lo s***** dovette chiedere perdono alla ragazza in ginocchio. Pregai l’autista di chiamare la polizia. me ne scendetti dalla circolare. dopo di che chiamarono l’intervento dei Carabinieri. Sono sicuro che il brunetto non si sarà permesso mai più, di fare un gesto del genere. Oggi e tanto peggio in Italia. Con i Giudici che ci troviamo!? Che mandano subito fuori questi grandi eroi. MAhhh

  • ANTERO 8 novembre 2018

    Sempre benedetto sia il santo manganello …

  • DicoQuelloCheVoglio 8 novembre 2018

    Averlo fatto scendere è stata una crudeltà: si stava solo rilassando dopo una dura giornata di lavori che gli italiani non vogliono più fare, per pagare loro le pensioni.

  • serena 8 novembre 2018

    Boldrini UE e company hanno creato uno stallo nel cervello di molti degli italiani che davanti ad una situazione del genere provano alcune tipologie di sensazione:
    1) normalità / mancanza di patriottismo / rassegnazione
    2) menefreghismo assoluto /mancanza di partecipazione al fatto
    3) incapacità nel prendere iniziative
    Povera italia che schifo di popolo siamo.

  • lucio 7 novembre 2018

    a pugnette questi ci pagano le nostre pensioni? Vero napoletano&boldrinvilla?

  • sleipnir 7 novembre 2018

    fossi stato li si prendeva un calcio ben assestato nei c*********…. altro che farlo scendere.

  • 7 novembre 2018

    Manganellato e castrato nel autobus

  • Angela 7 novembre 2018

    E ci dicono di accoglierli tutti !!!questi non hanno alcun rispetto per noi italiani…li cacciassero fuori dal nostro Paese.Subito!!!

  • Babbone 7 novembre 2018

    Andava preso a bastonate, altro che polizia.

  • In evidenza

    contatore di accessi