«Bastardi, vi taglio in due e vi uccido»: romeno furioso ferisce col cacciavite 4 agenti

venerdì 16 novembre 14:15 - di Redazione

Scene da far west a via Casilina, dove la furia scatenata da un cittadino di origine romene ha messo in crisi i poliziotti intervenuti dopo l’allarme, i residenti, gli avventori di un bar e i passanti occasionali che, trovandosi in zona nei frammenti drammatici in cui lo straniero ha dato in escandescenza, hanno rischiato di venire colpiti dal violento lancio di oggetti improvvisato dall’uomo fuori controllo…

«Bastardi, vi taglio in due e vi uccido»: romeno furioso contro gli agenti

La vicenda, riportata in evidenza sul sito di Roma Today in queste oreha tenuto banco per un bel po’: l’uomo, del resto, ha cominciato a farsi notare prima insultando senza motivo gli agenti intervenuti, poi aggredendoli pesantemente: Come riporta il sito di notizie capitolino, allora, «tutto è iniziato intorno alle 11 quando gli agenti del Reparto Volanti, transitando nella zona della Borghesiana, sono arrivati in via Casilina; mentre si stavano dirigendo verso il centro, il 36enne ha iniziato ad urlare insulti e minacce. I poliziotti hanno così fermato l’auto, si sono avvicinati per un controllo e per richiedere i documenti dell’esagitato». ma lui non ne ha voluto sapere: e, entrato nel primo bar a tiro, ha continuato a dare libero sfogo alla sua rabbia incontrollabile, indirizzata verso i poliziotti che, a quel punto lo hanno seguito nel locale. «Se vi avvicinate vi taglio in due. Non scherzo», ha gridato mentre, nel frattempo, dalla tasca del pantalone estraeva un cacciavite.

Lo straniero dà in escandescenze: prima li insulta, poi ne ferisce 4

Poi, dopo aver spaccato due bottiglie di vetro, afferrata una sedia, l’ha scagliata contro gli agenti, colpendoli. «Bastardi», «guardie infami, vi ammazzo», ha continuato a insultarli prima di aggredirli e di venire finalmente bloccato con tanto di manette ai polsi. L’uomo è stato portato via, i 4 agenti feriti sono dovuti ricorrere alle cure mediche: e secondo quanto si apprende, almeno uno di loro ne avrà per 10 giorni, gli altri tre hanno riportato 5 giorni di prognosi. Il 36enne romeno, ora, dovrà rispondere delle accuse di resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, porto di oggetti atti ad offendere (in un altra delle sue tasche è stato trovato durante la perquisizione un secondo cacciavite) e rifiuto di fornire le proprie generalità.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • 16 novembre 2018

    Ma usate la vostra arma!!! In altri paesi era morto..

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica