Salvini rilancia sulla legittima difesa: «Mai più risarcimenti ai ladri che entrano in casa»

venerdì 5 ottobre 11:05 - di Leo Malaspina

«Un ladro ti entra in casa, in azienda o in negozio e tu ti difendi? Sarà tuo diritto farlo, senza finire sotto processo per anni e pagando di tasca tua. Lo Stato coprirà le eventuali spese legali di chi si è difeso e il delinquente (e i suoi parenti) non potranno chiedere neanche un euro di risarcimento. Sono alcuni spunti della Legge sulla legittima difesa, che il 23 ottobre comincerà il suo percorso in Senato. Dalle parole ai fatti», dichiara il ministro dell’Interno Matteo Salvini, richiamando alcuni casi di cronaca in cui, chi si era difeso sparando in casa, ha rischiato o è stato costretto a risarcire chi aveva violato la proprietà privata. Avanti tutta, dunque, sulla legge per la legittima difesa ma anche sulla Fornero, annuncia Salvini, “da inizio 2019, senza penalizzazioni, senza paletti, senza limiti, senza tetto al reddito, permettendo a 400mila persone di andare in pensione e tornare alla vita, liberando altrettanti posti di lavoro”, scrive su Fb. Il ministro dell’Interno poi ribadisce le altre misure previste in manovra: “Flat tax con aliquota al 15% per almeno un milione tra partite Iva, autonomi, professionisti, piccoli imprenditori accompagnata da un pesante sconto fiscale per chi reinvestirà gli utili in assunzioni, ricerca e macchinari” e piano straordinario, senza precedenti in Italia, di assunzioni per 10.000 donne e uomini delle forze dell’ordine”.

Infine la questione dei migranti. «Ho giurato sulla Costituzione, da ministro rispetto leggi, trattati, convenzioni e ovviamente la Carta, però rappresento anche la voglia di sicurezza, di cambiamento di milioni di italiani e quindi i furbetti che sbarcano, spacciano e stuprano tornano a casa loro, trattati sì o trattati no»., ha detto il ministro dell’Interno , al suo arrivo al Villaggio della Coldiretti a Roma. «Questo è solo l’inizio di un percorso virtuoso per riportare serenità sulle nostre strade. Sono convinto che il presidente della Repubblica sia pienamente d’accordo con questa impostazione»’, ha aggiunto Salvini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 5 ottobre 2018

    …e meno male!

  • Claudia 5 ottobre 2018

    Finalmente si cerca di risolvere un assurdo. Ma come vieni a casa mia, mi derubi, mi meni,io mi difendo e devo risarcire un delinquente o la sua famiglia? Ma ci rendiamo conto dell’assurdita? È non ditemi che dovevo chiamare le forze dell’ordine, ma come mentre mi pestano gli dico ” scusate un attimo che telefono alla polizia”. Le chiamerò semmai dopo, ma anche loro che possono fare se giudici e magistrati li lasciano subito fuori.

  • In evidenza