Si chiamerà Lue, cioè “sifilide”, la nuova sinistra di Boldrini. L’ironia del web

lunedì 3 settembre 15:47 - di Ginevra Sorrentino

La Boldrini lancia un ultimo, disperato appello alle forze di sinistra – o meglio, a quel che rimane di loro dopo la disfatta del 4 marzo scorso – per provare a riunirle in vista delle elezioni europee sotto un’unico soggetto politico, infelicemente chiamato Lue: come la “sifilide”...

La Boldrini chiama a raccolta la sinistra sotto il segno di Lue (sifilide)

Le intenzioni sono chiare, l’acronimo che ne dovrebbe sintetizzare schieramento e intenzioni, un po’ meno. Anzi, a giudicare dalla sigla che ne è venuta fuori, il nome indicato dalla ex presidentessa della Camera, Laura Boldrini, suona come decisamente equivoco. E così, contrariamente alle bellicose intenzioni elettorali e in spregio dell’aura istituzionale probabilmente nelle intenzioni della combattiva ex presidentessa alle prese con l’appello aggregativo lanciato alle forze di sinistra, il battesimo del futuro soggetto politico finisce suo malgrado al centro di una divertita – e inevitabile – satira social. Il termine Lue, infatti, lanciato con tanto di hashtag in un tweet del primo settembre – #ListaUnitariaEuropea – rimanda letteralmente alla definizione della sifilide, nota malattia infettiva a prevalente trasmissione sessuale, conosciuta anche come Lue e identificata già nel lontano 1905. E così, il vessillo di quella che dovrebbe essere la parte residuale di elettori sopravvissuta al 4 marzo e che dal responso delle urne di quel giorno non si è sentita rappresentata, nell’era della viralità social è diventato sul nascere un simbolo su cui sghignazzare e ironizzare. Eppure il più candidamente possibile, la promotrice dell’iniziativa su Twitter aveva cinguettato: «Che ne dite, se per sfidare la destra, i partiti progressisti rinunciassero ai propri simboli per dare vita a una lista unitaria nel segno dell’apertura e dell’innovazione»?

Un acronimo che rimanda al termine usato per indicare la sifilide

Peccato, allora, che il nome scelto rimandi inopportunamente a una patologia tutt’altro che nuova e che rievoca scenari tutt’altro che salubri come immaginario prospettico. «È un nome che “promette bene”– scrive non a caso Matteo Salvini su Facebook, commentando l’articolo del Giornale che parla del nuovo partito che starebbe per lanciare l’ex presidente della Camera, Laura Bordini». Una sigla che, sempre dal quotidiano milanese ricordano, «nel linguaggio dei dottori e degli infermieri, è sinonimo di sifilide, quella poco simpatica malattia che si trasmette sessualmente». Una patologia con cui, invece, contrariamente a quanto previsto dalla legge matematica, secondo cui cambiando l’ordine degli addendi, il risultato non cambia, nulla aveva a che vedere l’acronimo Leu che la collega di Pietro Grasso vorrebbe cambiare in Lue, estendendo l’invito a far parte del progetto appunto a Leu, Pd, Articolo Uno e compagnia cantando… Un sincretismo progressista e un’unione elettorale da cui ripartire, ma che sembra più che altro riportare indietro nel tempo e che, come ricorda il quotidiano diretto da Sallusti, «in ambito medico ricorda tutto tranne che piacevoli sensazioni. La Treccani spiega che il termine deriva dal latino lues, che significa “morbo, pestilenza, epidemia, contagio”. Nel linguaggio dei dottori e degli infermieri, invece, è sinonimo di sifilide, quella poco simpatica malattia che si trasmette sessualmente. E, per finire, in senso figurato la parola “ha usi analoghi a peste”, “calamità pubblica” e “sventura”». Non che si preveda un’epidemia di consensi: in ogni caso, comunque, gli elettori sono avvertiti…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • anonymous 4 settembre 2018

    Vah beh non siamo all’ asilo !!

  • franco prestifilippo 4 settembre 2018

    Presidente della Camera…..per caso!

  • RICCARDO AMARA 4 settembre 2018

    il commento lo avevo fatto
    l’avete cancellato … f********

    • Redazione 4 settembre 2018

      Evidentemente aveva usato termini non consoni alla buona educazione, come del resto ha fatto con questo commento.

  • Leonardo Corso 4 settembre 2018

    Signor DIrr. Basta con la Boldrini ,non scrivete piu niete su di lei. non se ne puo piu di questa comunista sifiliade

  • Pino1° 4 settembre 2018

    Eee sì, è un piccolo caso, praticamente un cas-ino, per restare in tema !
    Forse è svelato tanto odio verso le forze armate e gli italiani tutti e tanto amore per le torme ‘di uccelli neri’ che nella sua mente divennero esuli (a casa nostra) pensieri e dovettero migrar invitati dalla giraffa
    bordellina in Italia per tenerseli vicini tutti ! Praticamente scopiamo che la vita di quella ‘disgrazia’ regalataci dalla sinistra per fargli avere la pensione eterna gira intorno al ….. problema che ancora non
    ha risolto dentro di se ! Auguriamogli che prenda saldamente in mano il suo angosciante caso e gestendolo con la sapienza e l’amore che dimostra, possa assumerlo pacificandosi la vita! Poverina se ne vergognava, ma se l’avesse detto prima…. sono certo che molti italiani un po’ nerd la potevano aiutare sacrificando un servizio civile in beneficenza !

  • Taddei Roberto 3 settembre 2018

    Adesso proprio lo stress psicologico della SIG. BOLDRINI ha superato il livello di guardia. Infatti la sinistra é come una infezione virale e LEI lo ha ammesso in modo subliminale.

  • Letizia F. 3 settembre 2018

    La LEGA di Matteo SALVINI sta crescendo,oggi al 32%, Forza Italia meno del 7%.
    Bravo Matteo SALVINI premiato perchè coerente con le promesse elettorali di sconfiggere il Business dell’Immigrazione Catto-Comunista.
    Mi raccomando! Matteo Salvini continua a tenere fuori dalla LEGA i massoni, sono peggiori dei comunisti.

    La Bold-President non rappresenta ormai, che sè stessa, forsequalche disperato, come lei invecchiando laidamente.

  • Marcello 3 settembre 2018

    Se lo dice da sola… Vedi che scherzi fa l’ignoranza! Non a caso i latini dicevano: nomen omen.

  • ANGELO AIAZZI 3 settembre 2018

    hahahahaah Nomen omen hheheheheh alk destino al grande fato non si comanda hahahaheheheh

  • Andrea 3 settembre 2018

    Un nome perfetto per loro, anche se purtroppo sono molto peggio della sifilide !! almeno quella è curabile invece loro sono come l’erba grama, non sente nemmeno i diserbanti !

  • Laura Prosperini 3 settembre 2018

    forse non è un “caso”…

  • In evidenza

    contatore di accessi