Infermiera uccisa a coltellate ad Avola, l’ex della figlia confessa l’omicidio

venerdì 28 settembre 11:28 - di Fortunata Cerri

Avrebbe confessato il delitto Giuseppe Lanteri, il giovane di 19 anni fermato ad Avola (Siracusa) per l’omicidio dell’infermiera 47enne Loredana Lopiano. Dopo un lungo interrogatorio il ragazzo, ex fidanzato della figlia della donna, sarebbe crollato davanti agli investigatori per poi essere trasferito in carcere. Il giovane è stato rintracciato dopo la mezzanotte sugli scogli lungo la costa ad Avola. I poliziotti del Commissariato di Avola lo hanno intercettato grazie ai contatti telefonici con il cognato a Trapani. Dopo il fermo il giovane è stato interrogato per tutta la notte alla presenza del suo legale.

La donna è stata accoltellata a morte davanti alla porta della sua casa nel pieno centro di Avola. È stata lei ad aprire la porta al suo assassino, che le ha inflitto diverse coltellate al collo. Subito sono scattati i soccorsi, ma per la donna non c’è stato nulla da fare. Secondo una prima ricostruzione, l’omicidio è avvenuto intorno alle 7.30 del mattino, quando la donna ha aperto la porta della sua casa in via Savonarola ed è stata accoltellata più volte. Il marito era già uscito di casa per andare a lavoro. Era in casa la figlia diciottenne, in stato di shock dopo aver dato l’allarme.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi