Arrestato il nigeriano che tentò di stuprare una 25enne. Lei si salvò con lo spray (video)

venerdì 3 Agosto 11:15 - di

È finito in manette dopo quasi 15 giorni di ricerche e indagini  il nigeriano che la notte dello scorso 20 luglio ha tentato di violentare una ragazza di 25 anni, che è riuscita a evitare il peggio mettendo in fuga l’uomo utilizzando uno spray urticante. L’uomo di 31 anni, cittadino nigeriano e irregolare in Italia, è stato fermato dalla polizia ferroviaria e dai carabinieri a Milano con l’accusa di violenza sessuale. Le indagini condotte dai militari dell’Arma sono partite dalla denuncia presentata dalla ragazza. Lo scorso 20 luglio la giovane donna stava tornando a casa dal lavoro quando all’interno della Stazione ferroviaria Porta Garibaldi si è imbattuta nello stranero che l’ha avvicinata, bloccata e palpeggiata.

A causa della presenza in stazione di molti viaggiatori in un primo tempo l’uomo si è allontanato, ma non si è arreso e ha tentato ancora di molestare la venticinquenne cercando la violenza sessuale. Poco dopo, mentre la ragazza era sulla banchina ad aspettare il treno, l’immigrato si è rifatto avanti. Senza tentannare a quel punto la vittima ha reagito e si è difesa spruzzando negli occhi dell’aggressore lo spray urticante al peperoncino che aveva nella borsa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mario M. Fornaro 4 Agosto 2018

    Chiedo al Governo Conte di fornire gratis a tutte le donne italiane uno spray urticante uso legittima difesa per casi del genere.

  • Sebastiano 4 Agosto 2018

    Tutte le donne, non di sinistra, dovrebbero girare armate e pronte a difendersi.
    Le donne sinistre possono farne a meno perché a loro piacciono le violenze dei loro amicheri negroidi.

  • Silvia Toresi 4 Agosto 2018

    Ma quando se ne vanno?

  • FieroInfedele 3 Agosto 2018

    Vorrei ricordare doverosamente anche le “Marocchinate”, avvenute tanti anni fa, nel 1944, da parte dei reparti marocchini al seguito dei francesi in Italia: delle bestie, dei criminali (come d’altronde i loro posteri oggi, in Italia…. le carceri ne sono pieni), che hanno stuprato, torturato, ucciso diverse migliaia di donne, uomini e bambini.

  • Laura Prosperini 3 Agosto 2018

    povera figlia…fortuna che aveva lo spray e la lucidità e tempestività di usarlo
    contro questo animale…

  • Gio 3 Agosto 2018

    il tasso di criminalità in africa è 1000 volte quello nostro. Non ci vuole un genio per capire che facendo entrare milioni di africani si condannano automaticamente gli italiani a subire un’ondata di crimini. Si parla tanto di diritti umani (degli altri) ma non dei nostri diritti umani di essere lasciati in pace a casa nostra.

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )