“Schifosi, scrofe, minorati!”. Il M5S costretto a cancellare dal web gli insulti al Pd…

sabato 28 aprile 14:03 - di Monica Pucci
Beppe Grillo

Sembrava satira della pagina del finto “Osho” quella foto di Di Maio che ordina al suo staff di cancellare precipitosamente tutti gli insulti rivolti al Pd sulle sue pagine social. Invece, purtroppo, la realtà è più beffarda della fantasia. Dallo stato maggiore del M5S, in questi giorni di inginocchiamento al Pd, è arrivato davvero l‘ordine a tutti i militanti grillini di cancellare le pesantissime offese rivolte negli ultimi anni ai Democratici. Per evitare che Renzi, giustamente, glielo faccia notare…

Roba pesante, pesantissima quella indirizzata al Pd da classe dirigente e militanti.  Primi tra tutti, Luigi Di Maio, che ora implora quel Pd che definiva “impresentabile”, “assassino”, escludendo clamorosamente qualunque alleanza, di unirsi a loro per un governo di programma.

“Renzi è il capo degli impresentabilI”, disse Di Maio qualche mese fa, “Impresentabili che hanno preso soldi da Buzzi e da Mafia capitale per le elezioni”, “De Luca jr è uno degli assassini politici della mia gente”, “Il Pd? Escludo categoricamente qualsiasi alleanza. Spero di avere i voti per ignorarli”. Peggio di lui solo Alessandro Di Battista, di cui si ricordano alcune perle: “”Il Pd è un punto di riferimento del crimine”, “Il Pd ha massacrato i lavoratori forse peggio di come lo abbia fatto la destra”, “O il M5S avrà tantissimi voti e riceverà l’incarico dal presidente della Repubblica o ci sarà un mega inciucio peggiore del 2013 che vedrà insieme D’Alema, il Pd derenzizzato, Forza Italia e la Lega con Maroni”, “Renzi è credibile come un mafioso” , per non parlare di Beppe Grillo: “Il Pd è il partito preferito dalla camorra”, “Il Pd? Tutti collusi. Tutti complici. Con le mani sporche di petrolio e denaro”, “Minorati morali”, “Il Pd? Gente sporca dentro”, “Renzi è il nulla che parla”, “Renzi è una scrofa ferita” , senza dimenticare Paola Taverna: “Mafiosi, schifosi, siete delle merde, ve ne dovete andare, dovete morire”.

Le basi per un sereno accordo di governo ci sono tutte, in effetti…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Papadia Donato 30 aprile 2018

    E dopo tutti questi complimenti ed aggettivi squalificativi rivolti agli elettori del Partito Democratico la nuova kasta del partito dei 5 stelle si rivolge al PD per formare un governo, pur di mantenere strette , strette le sedie e le paghe, le indennità ed i rimborsi spese in veste di parlamentari. La sfacciataggine dei 5 stelle è senza fine !

  • silvia 29 aprile 2018

    Ho sempre detestato il M5S non capisco le loro politiche, non mi piacciono i loro modi di fare non mi piace la pochissima trasparenza che hanno al loro interno, e mi dispiace dire che la maggior parte delle persone che qui da me ( in sardegna) li hanno votati sono persone con un livello culturale piuttosto basso….

  • PIERO 29 aprile 2018

    RAGAZZI CERTO L’ITALIA LA CODA DEI G7, PRIMO IL CANADA, CHISSA PERCHE?? DISOCCUPAZIONE 5% AI BAMBINI 600 DOLLARI AL MESE FINO 18 ANNI, IVA 12% PAGA MINIMA 14 DOLLARI, MEDICINE GRATIS DOPO 65 ANNI, PENSIONE DA 60 ANNI 70% 65 100% 3 PARTITI NO PENSIONI D’ORO E UN DIPENDENTE NON COSTA NULLA A DATORE DI LAVORO, IMMIGRAZIONE ENTRI DOPO DOMANDA SE GLI SERVI, POLIZIA TOLLERANZA ZERO………..E TANTO ALTRO, COME FARLO QUI DA NOI FUORI I COMUNISTI (CHE HANNO ROTTO) CIAO UN ITALO CANADESE

  • Massimiliano 28 aprile 2018

    Tutti quanti una manica di buffoni….! Poco male…è il loro mestiere…io me la prendo con chi ancora li sta a sentire! Povera Italia! Se penso che c’è stata gente che per questo paese ha dato la vita mi viene da piangere….

  • In evidenza