«Hanno emesso fatture false»: i Pm chiudono le indagini sui genitori di Renzi

mercoledì 18 aprile 12:28 - di Luciana Delli Colli

La procura di Firenze ha notificato ai genitori di Matteo Renzi, il padre Tiziano e la madre Laura Bovoli, l’avviso di conclusione indagini nell’ambito dell’inchiesta sull’emissione di fatture false, che coinvolge anche l’imprenditore Luigi Dagostino, anche lui raggiunto dalla notifica. La notizia è trapelata da ambienti vicini all’inchiesta, condotta dai pm Luca Turco e Christine von Borries.

In particolare ai coniugi Renzi è contestata l’emissione di due fatture che non corrisponderebbero a prestazioni svolte o che comunque sarebbero state gonfiate. In particolare, le fatture sotto la lente degli inquirenti sono due. Una, che ammonta a 130mila euro, è stata emessa dalla società Eventi 6 della famiglia Renzi nei confronti della Tramor, che era gestita da Dagostino. L’altra, da 10mila euro, è stata emessa dalla società Party srl, della quale era socio Tiziano Renzi, e dalla Nikila Invest, amministrata dalla compagna di Dagostino.

Ora i genitori del segretario Pd ed ex premier avranno 20 giorni per presentare una memoria difensiva. La parola sarà poi alla Procura che presenterà le proprie richieste finali al Gip.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • GIULIANO 19 aprile 2018

    ora vedremo se la giustizia funzionera’ o ci sara’ ila solita decorrenza dei termini e l’ archiviazione.inoltre vedremo se gli sara’ data qualche pena se condannato.

  • Giuseppe Forconi 19 aprile 2018

    Signori la giustizia e’ uguali per tutti, buoni e cattivi , padri di ladri o figli degeneri, insomma la famiglia Renzi paghera’ o tutto passera a babbo morto ? Almeno per una volta fate vedere che la giustizia est vera giustizia.

  • In evidenza