Fitch declassa la Gran Bretagna ad AA+. Ma Londra non si scompone: «Questo ci ricorda che ci sono dei problemi…»

venerdì 19 Aprile 19:48 - di

E dire che la giornata per il Regno Unito era andata bene: la Borsa di Londra aveva aperto al rialzo (+0, 42) e chiuso ancora meglio (+0,69). Senonché, a guastare la giornata ai sudditi di Sua Maestà è intervenuta la franco-americana Fitch Ratings, la più piccola delle tre grandi agenzie di rating internazionali, che ha tagliato la tripla A alla Gran Bretagna portandola ad AA+. Outlook stabile. L’unica agenzia a mantenere la tripla A sulla Gran Bretagna è a questo punto solo Standard & Poor’s. Nei mesi scorsi infatti Moody’s aveva già declassato Londra ad AA+. Oltre a strapparle il top rating, Fitch ha anche rivisto in peggio le stime di crescita del Regno Unito: a +0,8% nel 2013 e +1,8% nel 2014. Ma la decisione di Fitch Ratings, sotto inchiesta insieme con le consorelle Standard & Poor’s e Moody’s con l’accusa di aver manipolato il mercato internazionale con dati falsi, in modo pluriaggravato e continuato, non scompone assolutamente le autorità finanziarie e monetarie britanniche: «La perdita della tripla A ci ricorda in modo duro che il Regno Unito non può scappare dai suoi problemi, o rifiutarsi di gestire l’eredità di un debito accumulato nel corso di una decade», ha filosoficamente commentato un portavoce del ministero del Tesoro britannico, che ha aggiunto: «La stessa agenzia Fitch afferma che la politica di costante impegno del governo nel ridurre il deficit è una delle principali ragioni per cui ora il debito britannico ha un outlook stabile», ha aggiunto il portavoce del ministero del Tesoro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *