Debutta sui social il comunistometro: fai i test per scoprire il “buonista” che è in te

Era scontato che prima o poi a qualcuno venisse l’idea e che la portasse nel luogo dove condividere, diffondere e divulgare è più facile, cioè sui social. Debutta quindi su Twitter “il comunistometro”, la risposta ironica al fascistometro, account riservato a una serie di test tesi a far venire allo scoperto i luoghi comuni del vero progressista, radical chic e buonista. Il neocomunista è accessoriato, ovviamente, sia alla vecchia maniera (maglietta del Che) sia con nuovi gadget (i gessetti colorati). In pratica sull’account si trovano una serie di sondaggi ironici, persino uno sul modo in cui il vero “komunista” reagisce alla rottura tra Isoardi e Salvini. Quattro le opzioni: 1) c’è sul contratto. 2) Chi stira le camicie? 3) Canta Bella ciao. 4) scegli: o Elisa o Di Maio. Non poteva mancare il sondaggio sui migranti. La domanda è: “Cosa pensi dei reati commessi dagli stranieri?”. Tre le risposte: 1) Un’invenzione della destra. 2) Ovvio, non li integriamo! 3) Zero tolleranza!