Usa, pacchi-bomba inviati a Obama, Clinton, alla Cnn e disinnescati

Sono stati intercettati dagli uffici che si occupano di controllare la posta dei presidenti e degli ex-presidenti e, subito, disinnescati, i due pacchi-bomba inviati a Barack Obama e Bill Clintonpacchi-bomba  simili a quello recapitato, lunedì scorso, nell’abitazione dello speculatore ebreo George Soros.
Il primo ordigno sarebbe stato rinvenuto nella posta dell’ufficio dell’ex-presidente americano, Barack Obama secondo quanto ha rivelato il Secret Service, l’agenzia responsabile della sicurezza dei presidenti e degli ex-presidenti Usa, alla Cnn.
Un altro ordigno è stato scoperto nell’ufficio di Bill e Hillary Clinton nello stato di New York, più precisamente nell’abitazione dell’ex first lady ed ex-segretario di Stato, nella contea di Westchester ai margini della località di Chappaqua.
Il pacco esplosivo è stato intercettato in mattinata da un tecnico che abitualmente monitora la posta per i Clinton.
INizialmente era stato detto che un altro pacco sospetto era stato spedito anche alla Casa Bianca, ma il device era stato intercettato dagli addetti di una base militare, la Joint Base Bolling in Washington, DC, incaricati di controllare la corrispondenza indirizzata alla residenza dei presidenti degli Stati Uniti. Tuttavia questa notizia è poi stata smentita.

Gli investigatori confermano che gli ordigni intercettati e disinnescati sono simili a quello rinvenuto lunedì scorso nell’abitazione del miliardario ebreo George Soros, la cui residenza si trova appena fuori da New York.
L’ordigno, costruito con un tubo riempito di polvere esplosiva, è stato fatto detonare dagli artificieri subito sopraggiunti sul posto.
Al momento nessuno ha rivendicato l’azione terroristica, come per il caso di Soros.
Un altro pacco bomba è stato scoperto nel Time Warner Center di New York dove ha sede la Cnn, i cui dipendenti sono stati fatti evacuare per sicurezza.
Al momento dell’allarme erano in trasmissione live i conduttori della Cnn Poppy Harlow e Jim Sciutto che hanno invitato i dipendenti ad evacuare l’edificio – mentre la sirena suonava nello studio dove gli anchorman stavano raccontando degli ordigni rinvenuti negli uffici di Hillary Clinton e Barack Obama  – e hanno annunciato che un presunto ordigno esplosivo era stato trovato nella sala posta al piano di sotto.