Ecco quanto costa Cottarelli ospite fisso da Fazio: 6500 euro a puntata

giovedì 11 ottobre 18:40 - di Redazione

Dopo le interrogazioni (di Maurizio Gasparri e di Fratelli d’Italia) la verità: la Rai paga 6500 euro a puntata per la presenza di Carlo Cottarelli alla trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa”. Soldi versati non direttamente a lui ma all’Università Cattolica.

“La Rai – si legge nella risposta fornita dall’azienda a Gasparri – ha un accordo-quadro di appalto parziale con la società Officina per la realizzazione delle puntate di “Che Tempo Che Fa”, approvato nel giugno 2017 dal precedente consiglio di amministrazione; all’interno di tale contratto è previsto un valore forfettario a puntata per la presenza degli ospiti e per le relative spese. È pertanto Officina che stipula direttamente i contratti con gli ospiti”. Quindi – spiega Il Giornale – “è la società Officina, controllata per metà da Fazio a versare il cachet al professor Cottarelli. La Rai fa sapere che Cottarelli ha sottoscritto una liberatoria con relativa cessione dei diritti di immagine relativa alla partecipazione al programma a titolo gratuito, mentre la Cattolica ha sottoscritto un contratto per la fornitura dei contenuti per l’intervento del professor Cottarelli: pertanto a fronte di tale consulenza l’ateneo riceve 6500 euro a puntata”.

Cottarelli ha precisato su Twitter: “Non ho un contratto con la produzione di @chetempochefa. La mia partecipazione (senza per me benefici economici) è regolata da un contratto tra la società produzione del programma e l’Un.Cattolica”. Mr Forbici ha anche replicato a Luigi Paragone, che di lui aveva scritto: “Il passo da professore a star televisiva è presto fatto: basta avere un agente televisivo e mister Cottarelli ce l’ha. Anzi, si è affidato al più bravo, al più potente degli agenti: Beppe Caschetto, l’agente tra gli altri di Fabio Fazio, di Luciana Littizzetto e di Giovanni Floris”. Circostanza smentita dall’interessato. Paragone però non demorde e sul blog del Cinquestelle lancia un altro siluro: “Il Cotta parla di tagli e di spese inutili? Bene, anche qui forse è bene ricordargli che egli partecipa ad una trasmissione che avrebbe potuto essere tranquillamente prodotta internamente dalla Rai e che invece è prodotta da una società esterna (di cui Fabio Fazio è tra i proprietari) a costi complessivi talmente alti da essere un ‘caso’. Chissà se il rigoroso Cottarelli avrà mai modo di domandare a Fazio piena trasparenza sui vari contratti legati alla produzione di Che tempo che fa: da qui alla fine delle puntate il tempo c’e’. Noi aspettiamo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • salvo.brindisi@libero.it 12 ottobre 2018

    ma…perché non lo si manda a casa il sig. FAZIO? che più fazio…non si può?. e….noi paghiamo…FAZIO VESPA LITTIZZETTO ecc.ecc.

  • Giuseppe Tolu 12 ottobre 2018

    Schifo e vergogna sono cosa normalissima a casa sinistroidale

  • matteosiluri@libero.it 12 ottobre 2018

    Lo scandalo è che un leccapiedi come Fazio ancora possa fare propaganda a spese nostre…fanno schifo!

  • lino.sacchi@alice.it 12 ottobre 2018

    Vecchio universitario,ho sempre fattto consulenze per alimentare il magro bilancio del mio Dipartimento. La mia solidarieta alla Cattolica e sopratutto a Cottarelli – Linus0

  • sardinia2004@libero.it 12 ottobre 2018

    E lo stipendio di Fazio?
    A quanti giovani potremmo dare un lavoro!
    Sulla Litizzetto poi preferisco tacere , a dir poco maleducata

  • fornaromario@libero.it 12 ottobre 2018

    Spero che il Sig. Foa prenda atto che i conduttori schieratamente di sinistra -come Fazio- debbano essere inquadrati rigorosamente: a ogni ‘personaggio’ di sinistra ne devono contrapporre uno di destra, della Lega, dei 5Stelle per la par condicio. Nel caso di Cottarelli -economista di scuola liberista- gli contrappongano (ad es.) Bagnai o Borghi Aquilini, di altra scuola economica (keynesiana in parte). Ecosì per altri economisti della MMT da contrapporre ad economisti liberisti (come Brunetta, Padoan, etc.). E si cambino anche i conduttori: sei mesi uno e sei mesi un altro di orientamento politico diverso.

  • sardinia2004@libero.it 12 ottobre 2018

    senza vergogna, e per non parlare del compenso di Fazio……sai quanti giovani senza lavoro si sarebbero potuti assumere
    Poi mi astengo da commenti su quella gran maleducata della Litizzetto !

  • fablomovip@libero.it 12 ottobre 2018

    Quanto prende Cottadelli al mese ? Qualcuno in tv ha detto 18 mila euro mese ed ha il coraggio di andare con lo zaino in spalla e magari pure con l’autobus ! Bugiardi !!! Tutta la sinistra è scandalosamente bugiarda e vigliacca ! Sti radical chic che si guardano sempre le proprie tasche ma sono pronti ad attaccare Berlusconi , oggi Salvini ma ieri attaccavano tanti altri , hanno sempre buttato le bombe è nascosto sempre la mano !! Vigliacchi e rovina della Italia

  • cernovog@libero.it 12 ottobre 2018

    Alla faccia della spending review…

  • badelio@teletu.it 11 ottobre 2018

    Vergognoso…..maledetti, fatelo pagare da fazio.

  • max.bialystock@libero.it 11 ottobre 2018

    questo è scandaloso, ma come già costa una tombola alla nostra RAI (perchè la RAI è nostra)
    il facinorosissimo e schieratissimo Fazio (già questo va risolto) e in più dobbiamo elargire altri 6.500,00 euro per ascoltare le amenità recitate da cottarelli, etorodiretto???
    Il Presidente Foà può porre rimedio alla asperrima faziosità dei sinistri
    ed ai costi esorbitanti contratti con fazio)))

  • Carlo.buzzi13@gmail.com 11 ottobre 2018

    Io a cottarelli invece di 6500 euro gli dsrei un calcio nel c***