Meloni: «Chi non si oppone alle partenze dei barconi è complice delle tragedie» (video)

«Guardo la foto di un bambino esanime che galleggia accanto al corpo della mamma morta. E dico basta. Basta con la furia ideologica di chi incoraggia le partenze per speculare sull’accoglienza. Perché queste vittime innocenti di una speranza tradita sono sulla coscienza di quelli che si sono girati dall’altra parte per non raccontare della tratta di esseri umani che è in corso nel Mediterraneo». Mentre lo scontro politico si fa aspro e senza esclusione di colpi, Giorgia Meloni alla polemica preferisce le soluzioni possibili. Evitando di entrare in polemiche inqualificabili, ribadisce la linea di sempre la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook in cui chiede «interventi definitivi per bloccare queste tragedie». Quanto accaduto e sta accadendo –  le infamanti accuse all’Italia da parte di Open Arms, le repentine smentite e il livello dello scntro politico che si disumanizza sempre più – evidenziano che la linea sempre espressa da FdI – ossia il blocco navale al largo della Libia rimane quall non più aggirabile. «L’unico modo per farlo è attivare un blocco navale al largo delle coste della Libia: impedire ai barconi di partire, impedire alle persone di morire, è l’unico modo. E chi dice no è complice di queste tragedie».