Scozzesi furiosi con Trump: ha proibito l’Irn-Bru, la bevanda nazionale

Ancora tensioni tra Donald Trump e la Scozia. Il presidente Usa è nuovamente oggetto degli strali della stampa locale, dopo la messa la bando all’interno del suo lussuoso golf resort di Turnberry, sulla costa dell’Ayrshire, dell’Irn-Bru, la bevanda analcolica preferita dagli scozzesi. L’Irn-Bru, che tra le sue qualità sembra abbia quella di far passare il mal di testa post sbronza, ha anche il potere di lasciare macchie indelebili di colore arancione. Ed è per questo che i responsabili del resort di Turnberry, dove sono recentemente stati spesi 200 milioni di sterline in lavori di rifacimento, hanno deciso di vietare il consumo di Irn-Bru. “Abbiamo dei villini che non possiamo affittare a causa delle macchie sui tappeti”, ha detto all’Ayrshire Post Ralph Porciani, il general manager di Turnberry. La messa al bando dell’Irn-Bru è stata accolta con disappunto sui social media da parte degli utenti scozzesi e britannici, tra i quali la popolarità del presidente Usa è già piuttosto scarsa. La stampa locale ipotizza che la questione possa alimentare ulteriormente le proteste previste durante la visita di Trump nel Regno Unito, e in particolare quella nel castello scozzese di Balmoral, dove il presidente Usa incontrerà la regina Elisabetta, in programma per il 13 luglio.