FdI pensa all’opposizione: «Governo Lega-M5S? Che confusione…»

mercoledì 9 maggio 18:51 - di Redazione

«Fatemi vedere il funambolo e vi dirò se cade o se regge». È la metafora che usa Fabio Rampelli, capogruppo Fdi alla Camera, rispondendo a chi gli domanda del possibile appoggio di Fratelli d’Italia ad un eventuale governo Lega-M5S. «Governo nasce in grande confusione»: sarebbe la valutazione emersa dalla lunga assemblea dei parlamentari di Fratelli d’Italia alla Camera, con la leader Giorgia Meloni. L’orientamento, allo stato sarebbe quello di stare all’opposizione.

Nel corso della riunione – secondo una nota del partito – “Giorgia Meloni ha ripercorso le fasi della crisi la cui lunghezza e farraginosità è stata duramente criticata dal presidente di Fdi che torna a domandarsi perché non è stato subito dato dal Presidente della Repubblica Mattarella l’incarico al centrodestra che è la forza parlamentare più vicina col suo 42% di deputati e senatori, alla maggioranza richiesta”.

«Ancora oggi, anziché sviluppi extraparlamentari, la scelta migliore dovrebbe essere quella di un incarico alla luce del sole a Salvini (o Giorgetti se indicato da Salvini) perché si presenti in Parlamento a chiedere i voti (innanzitutto ai Cinquestelle o anche ai singoli parlamentari) necessari per iniziare subito a dare agli italiani le risposte che attendono. È solo dall’esito delle scelte di Mattarella che Fdi indicherà le proprie decisioni, sin da ora assolutamente negative per qualsiasi governo tecnico. I parlamentari finora intervenuti hanno esaminato le varie ipotesi possibili di soluzione della crisi concordando sulla linea del presidente», conclude il comunicato di Fratelli d’Ita

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • consiglieregasparegioe@virgilio.it 11 maggio 2018

    Al punto in cui siamo è auspicabile che il tentativo di formare un governo Lega-5 stelle vada a buon fine e perchè no , anche con il sostegno sostegno di FdI .

  • savinofasanella@gmail.com 11 maggio 2018

    Come al vostro solito, State perdendo un altra occasione… gli italiani, allo stato attuale, se ne fregano della vistra coerenza a secondo se il vento spira nei vostri interessi. Con quattro voti, anziché imolarvi agli italiani, state ancora giocando a fare politica per i vostri privilegi… continuate così bravi…!!!

  • sorelllerocchi@virgilio.it 10 maggio 2018

    Gentilissima signora Anna resto del Parere che Fratelli d’Italia stia scegliendo la giusta collocazione! L’Elettorato ha scelto di votare per una coalizione di Centro Destre e non una pasticciata di un governo tra Lega e Movimento 5 Stelle! Io sono del parere che Fd’I. resti all’opposizione!

  • max.bialystock@libero.it 10 maggio 2018

    Credo che sia coerente (e di buon senso) oltrè “vantaggioso!, nel tempo, avere una posizione programmatica.
    Ciò che è stato firmato anche da FDI va votato anzi partecipato pienamente 8e dato il giusto risalto mediatico) ciò che invece (e succederà) esula, magari anche di molto, dal pensiero di destra e dai programmi condivisi non va votato e ci si può opporre senza se e senza ma.
    Gli elettori, vituperati per decenni! hanno voglia di politici coerenti ciò deve essere a nostro favore (in quanto, per primi, abbiamo posto dei temi politici “centrali”, ad esempio siamo stati i primi a parlare di Sovranismo e a dibattere, controcorrente, di “interessi Nazionali”.
    Questi (nostri temi) tornino centrali ed il loro corollario chiaro e coerente (ad es. Alitalia torni Compagnia Aerea Nazionale pubblica).
    Dobbiamo essere i più Nazionalisti e Sovranisti fra gli alleati del cdx, gli elettori apprezzano la coerenza.
    On.le Meloni coraggio (e lei ne ha molto) appoggiamo apertamente e con orgoglio il programma da noi sottoscritto (e non Salvini o Dimaio).

  • ALESSANDRO LEPRI 10 maggio 2018

    Non mi piace la posizione assunta da FdI in questa fase.
    Credo che sarebbe stato molto meglio partecipare al governo per dare un contributo alla realizzazione di punti del programma o almeno metetrci del valore aggiunto. Il programma della lega non e’ poi cosi’ distanet e diverso da quello di FdI. Mi sono iscritto al partito per il 2018 poco prima delle elezioni per dare il mio contributo alla realizzazione del programma. Questa avrebbe potuto essere una buona occasione. Mi dispiace. Credo che stando al governo il partito potrebbe crrscere. Grazie. Saluti

    • marcelloparsi@alice.it 10 maggio 2018

      Anch’io la pensavo così e purtroppo mi sono convinto che FdI stia perdendo l’occasione per contare di più e dare un contributo significativo, anche in tema di voti parlamentari, al consolidamento di questo governo.

  • marcelloparsi@alice.it 9 maggio 2018

    Mettere sullo stesso piano un’opposizione a un indegno governo di tregua imposto al di fuori delle regole democratiche e un’opposizione a un legittimo e auspicabile governo Lega – M5S è proprio fuori della grazia di Dio.

    • giubra63@yahoo.it 10 maggio 2018

      Governo M5S 32% + Lega 17%,……
      Governo centrodestra 37% + M5S 32% !
      Incarico a Salvini che cercherà i voti in Parlamento

  • raho23091970@gmail.com 9 maggio 2018

    Bravo Marcello, non ci votare più!

  • marcelloparsi@alice.it 9 maggio 2018

    Che delusione! Sembra quasi che i Fratelli d’Italia siano invidiosi della Lega e le rinfaccino indirettamente di essere stati estromessi dalla trattativa per il nuovo governo. Con un 4, 50 % pensavano, forse, di essere un decisivo ago della bilancia? Poveri illusi!
    Un elettore (per l’ultima volta) di FdI.

    • Gabbiano_1967@libero.it 10 maggio 2018

      Marcello lei ha votato una coalizione. Non penso che noi FDI siamo invidiosi…È solo coerenza!!