Belgio, arriva il Partito Islam. Ma ci stanno pensando anche in Italia…

lunedì 16 aprile 19:00 - DI Antonio Pannullo

Il Belgio è alle prese con un grosso problema: il nuovo Partito islamico che si presenterà alle elezioni. Proprio in uno dei Paesi maggiormente colpiti dal terrorismo dell’Isis, gli islamici si organizzano e presentano addirittura un partito. Obiettivo, introdurre la svaria, la legge islamica,  in tutta Europa. Con posti separati sugli autobus, veli e nijab per le donne e tutto quel che ne consegue. Era una conseguenza logica dell’invasione di clandestini in Europa, e ci chiediamo quanto manca perché ne facciano altri, di questi partiti, in tutto il mondo occidentale. Gli unici Paesi europei dove esistano partiti di questo genere, finora, sono Finlandia e Bosnia Erzegovina. I numero ce li hanno. La lista belga si chiamerà “Islam”, e si presenterà già alle prossime amministrative. Intendiamoci, non è una novità: poche settimane fa, in Olanda, il partito Denk, analogo a quello belga, è addirittura entrato in parlamento col 2,1 per cento e tre deputati. Presentato dalla grande stampa europea come partito antirazzista, in realtà Denk è un partito islamista, che mira a introdursi nei meccanismi europei per introdurvi la sharia. Denk è stato fondato da due turchi ma gode anche dell’appoggio della comunità maghrebina. Il rischio è reale: forti delle mutate condizioni demografiche, gli islamici promettono di combatterci anche da questo punto di vista. Solo per dirne una, Denk vorrebbe l’istituzione di una Polizia del Razzismo e di un Registro del Razzismo, per monitorare i discorsi politici e tutto ciò che può risultare offensivo per l’Islam. Proprio come i liberticidi registri antifascisti che la sinistra sta istituendo in Italia. A questo proposito, segnaliamo che da tempo gli islamici di Catania, che dal Belgio e Olanda è piuttosto lontana, stanno pensando a un partito organizzato. Centro di questa operazione sarebbe la moschea di Catania. Anche se non è stato deciso nulla, il nuovo partito guarda con favore al Pd e a un’eventuale alleanza con lui. Secondo le testimonianze, a Catania – ma in realtà in tutta Italia – ci sono decine di migliaia di seconde generazioni di islamici emarginati che ci odiano, che non vedono l’ora di mettere una croce sul loro partito e di farci fuori attraverso la democrazia. Se accadesse, sapremmo chi dovremmo ringraziare: sinistre, chiesa e ong in genere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mariobianchi833@gmail.com 4 maggio 2018

    E che c’é di male? La DC é sempre esistita perché non puo’ esserci una DI? Da italiano e musulmano mi devo sentire estraneo a casa mia? E vorreste elevarvi a gradi di superiorità civile credendovi custodi di valori nobili come uguaglianza e rispetto?
    Ma per favore…siete finiti ed il perché domandatevelo a voi stessi senza cercare colpevoli nel prossimo.

  • cortdig@libero.it 30 aprile 2018

    E che cosa c’e’di male se le loro donne portano il velo? Sempre meglio delle nostre donne (e uomini), che vanno in giro mezze nude

  • fghajdk@csj.com 17 aprile 2018

    è solo l’inizio. La guerra nelle nostre strade costerà milioni di morti, e tutto grazie a chi ha aperto le porte all’islam. I libri di storia parleranno dell’ennesima invasione islamica favorita dai traditori e dal vaticano.

    • exitoab@hotmail.com 17 aprile 2018

      Spero solo che l’ Italia sia tanto intelligente da non permettere una simile bestialità.
      Leggere il libro della Fallaci La rabbia e l’ orgolio descrive benissimo cosa va a
      succedere se gli diamo piede. Già se lo prendono da soli. Gli islamici ci odiano
      come possiamo permettere che formino un partito. se ne vadano al loro paese
      a formare un partito.

      • f_roby@yahoo.com 22 aprile 2018

        Cosa vuol dire “se gli diamo piede”? Un mix di “dare corda” e “prendere piede”? Ma perché non imparate ad esprimervi e a ordinare il pensiero, prima di scrivere in pubblico? Se non sapete usare proverbi, modi di dire e figure retoriche (che servono ad arricchire il discorso dando anche lustro all’oratore e rafforzando il valore di quanto si scrive) limitatevi a parlare normalmente, non provate a fare di più. Così fate una figura peggiore di quella che fareste parlando normalmente.

  • marco eletti 17 aprile 2018

    direi che in Belgio son proprio dei gran cretini e dire poco. speriamo salvini…ci salvi.

  • Giuseppe Forconi 17 aprile 2018

    Dio solo saprebbe come liberarci da questa piaga. Io non vedro’ il principio di questa calamita’ ma mi preoccupano coloro che verranno dopo di noi, i nostri figli i nostri nipoti. Forse e’ scritto che tutto questo dovrebbe accadere, ma c’e’ sempre un modo perche’ cio’ non avvenga, e’ lottare tutti uniti contro questo islam, che altro non vuole se non occupare il mondo rendendoci loro schiavi. Nei loro paesi e’ impensabile presentarsi con un partito o diventare dipendenti di posti governativi, mentre che loro vogliono creare addirittura un loro partito e noi da buoni stupidi li lasciamo fare. I nostri bravi PD. PCI.Verdi. Vaticano. Liberi e uniti. abbiamo lasciato correre anzi abbiamo promosso ed aiutato questa gente a fare il loro porco comodo in casa nostra. Troviamo una soluzione prima che sia troppo tardi.

  • cabro@tin.it 17 aprile 2018

    Diamo tempo al tempo e poi dovremo combattere in casa nostra per difendere i nostri diritti e le nostre radici

  • adeiorgi@libero.it 17 aprile 2018

    Se gli islamici sono arrivati a tanto, è colpa del buonismo, e di tutti quei politici che li hanno sempre difesi. Fermiamoli subito, e condanniamo chi li appoggia

  • trags33@libero.it 17 aprile 2018

    inevitabile.il principio è che ci troviamo a combattere un cancro,anzi il cancro,ma il problema prtroppo è che non abbiamo anticorpi, anzi, ce li stanno togliendo lentamente,scientificamente come in ogni aggressione politica ideologica.Severo Piazzi

  • info@fulviaguarino.it 17 aprile 2018

    Perfetto. Rileggiamo la Fallaci, per favore. Oppure “Sottomissione” di Houellebecq. Un partito significa la volontà, prima o poi, di andare al potere.Quanto prima? E’ solo questione di numeri e di tendenze in atto, basta fare due conti.

  • antoniodimita4444@gmail.com 17 aprile 2018

    SIAMO ALLA FOLLIA PURA, DI QUESTI DISTRUTTORI DI CIVILTÀ CHE SONO I SINISTROIDI ,PD, E COMPANY, CON CINQUE STELLE, E CHIESA , CHE CI VOGLIONO PORTARE ,NEL PEGGIOR OSCURANTISMO DEL MEDIO EVO. DOBBIAMO RIBELLARCI DI BRUTTO, SE VOGLIAMO SALVARCI NOI, E I NOSTRI FIGLI . E PRESTO !!!SOLO SALVINI CI PUÒ SALVARE !!

  • gisellafalzoni@hotmail.com 17 aprile 2018

    ci pensano in tutta Europa uesti barbari

  • Erminia Fusi Benini 17 aprile 2018

    Benissimo!! Ai nostri politici molto “lungimiranti” che hanno accolto milioni di musulmani dico: anche da noi prestissimo avremo un partito islamico: propongo tuttavia che il velo lo mettano gli uomini….

  • isa.fi@libero.it 17 aprile 2018

    Lasciare definitivamente questa Europa matrigna e i suoi governanti ottusi e ignoranti che ci hanno messo con le spalle al muro e ci stanno dando il colpo di grazia.

  • bmichael1957@gmail.com 17 aprile 2018

    Suggerisco di leggere il racconto “i topi” di Dino Buzzati….

  • maurizio_turoli@yahoo.it 17 aprile 2018

    Accadrà sicurament.
    Forse nn subito matraalle prosime elezioni avremo un partito islamico che, alleato del PD, ci governerà.
    Con le notre leggi ci invadono con laloro ci domineranno

  • reingebote@gmail.com 17 aprile 2018

    Apposto siamo….

  • temi9874@hotmail.it 16 aprile 2018

    Che schifo, nei paesi arabi cercano di separare l’islam dalla politica e qui invece… ma forse è questo che vogliono per innescare la rinascita del nazi-fascismo!

  • giorgio.precetti@alice.it 16 aprile 2018

    …..e così saremo tutti condannati a morte certa.

  • avv.ballicu@katamail.com 16 aprile 2018

    fra poco ci sarà anche in italia così il giorno in cui avranno la maggioranza ( cioè presto che loro fanno figli come conigli minimo 5 o 6, tanto li manteniamo noi) imporranno la legge islamica il venerdi tutto chiuso è festa per loro, mentre la domenica tutti a lavorare