Salvini: «Siamo disponibili a ridiscutere sia col Pd sia con i 5 Stelle»

Matteo Salvini prova a sbloccare situazione delle  presidenze  delle Camere. «Se c’è da ridiscutere col Pd o coi 5 Stelle, siamo disponibili a ridiscutere sia col Pd che coi 5 Stelle. Vogliono i gruppi? Ripartiamo dai gruppi. Non facciamo un problema di forma». Il leader della Lega lo dice parlando con i giornalisti a Montecitorio. Salvini ha anche annunciato che Giancarlo Giorgetti è il nuovo capogruppo della Lega alla Camera.

«Sì Di Maio l’ho sentito. Lo sento più volte della mia mamma». Il leader della Lega conferma inoltre che i contatti con il candidato premier del M5S, per sciogliere il nodo delle presidenze delle Camere, ci sono più volte al giorno. «Discutiamo su tutto e con tutti», aggiunge, lasciando capire che in questa fase non ci sono veti nè preclusioni. Ci potrebbe essere una presidenza per un esponente Pd, gli viene chiesto. «Non credo proprio», si è limitato a rispondere Salvini.

«Noi – ribadisce il leader leghista – ci rimettiamo al tavolo con tutti come abbiamo fatto fin dal primo giorno. La Lega non chiede niente, non rivendica niente, vogliamo che il Parlamento sia operativo il prima possibile. Mi sembra giusto che tutti ne possano discutere. La coalizione vincente mi sembra chiaro che ambisca ad avere una delle due cariche che verranno elette e poi ne discuteremo tranquillamente coi 5 Stelle, col Pd… Non faccio nomi e cognomi».