Pensionata affamata e senza soldi sviene fra gli scaffali del supermarket

Si aggirava senza soldi e affamata fra gli scaffali di un supermercato. All’improvviso clienti e personale dipendente dell’Aliper di via Saetta all’Arcella, nel Padovano, hanno visto quell’anziana pensionata accasciarsi a terra senza forze. La donna, una pensionata settantacinquenne, si è sentita male, mentre faceva la spesa all’Alìper di via Saetta all’Arcella nel padovano. I clienti l’hanno vista cadere a terra all’improvviso e hanno chiesto aiuto.
«L’ha aiutata il nostro direttore, da noi tutti sono formati per il primo soccorso. Dopo abbiamo chiamato il 118», raccontano dal supermercato rivelando anche che non è la prima volta che sono costretti a confrontarsi con questo tema, delicatissimo dell’indigenza delle persone anziane e pensionate. Quando si è ripresa, l’anziana ha detto di non riuscire più a tirare avanti con la sola pensione. E di non avere neanche i soldi per mangiare e riscaldarsi.
Casapound, che quotidianamente raccoglie, all’esterno dei supermercati, generi alimentari per donarli agli italiani in difficoltà economica si è subito attivata. Il responsabile di Casapound Padova, Alberto Bortoluzzi, sta già rintracciando l’anziana pensionata per offrirle un aiuto concreto e immediato. «Raccogliamo ogni giorno fuori dai supermercati generi alimentari per le persone in difficoltà grazie alla generosità di molti italiani che, attraverso di noi, vogliono dare un aiuto ai propri connazionali in difficoltà – spiega Bortoluzzi – contiamo di rintracciare a breve la pensionata per poterla seguire quotidianamente anche con dei kit alimentari che abbiamo già a disposizione. Non la lasceremo sola».
«Quello dell’indigenza è un problema con cui ci misuriamo ogni giorno – dicono dal supermercato Aliper – Per affrontarlo abbiamo deciso di aumentare le nostre attività con il Banco Alimentare del Veneto, dando anche la possibilità di donare un kit spesa con i punti fedeltà del nostro catalogo».