Meloni: se Salvini riceverà l’incarico, la Lega non potrà avere anche il Senato

Nella scelta dei presidenti delle Camere si deve seguire le prassi. Parola di Giorgia Meloni che, intervistata dal Messaggero, dice che il centrodestra «deve partire da ciò che gli spetta di diritto, che è la presidenza del Senato, mentre la presidenza della Camera credo che debba essere frutto di un dialogo con le altre forze politiche, ma non é detto che si debba dare una presidenza al Movimento Cinquestelle».

Meloni: la presidenza del Senato è un atto dovuto

Per la leader di Fratelli d’Italia la presidenza dell’assemblea di Palazzo Madama è un atto dovuto «semplicemente perché abbiamo i numeri per eleggerci da soli il presidente. E non escludo affatto che il centrodestra debba lavorare per cercare di portare a casa tutte e due le presidenze». L’importante – aggiunge la Meloni – è  che  il centrodestra vada compatto e, soprattutto, che si dia delle regole. «Penso che sarebbe un errore se la Lega rivendicasse per sé una presidenza delle Camere se Salvini, e io ci credo davvero, farà il premier incaricato. A meno che non chieda la presidenza del Senato per se stesso. In questo caso sarebbe un rafforzativo per un futuro incarico. Se la Lega la chiede per Salvini, siamo d’accordo, ma se la chiede per un’altra figura,  penso sia molto difficile che un partito del 18% abbia la presidenza del Consiglio e quella del Senato».

Oggi il vertice del centrodestras a Roma

Mentre proseguono a Palazzo Madama e a Montecitorio le procedure di registrazione dei parlamentari della XVIII Legislatura, si intensificano i contatti tra i partiti in vista dell’elezione dei due presidenti. Dopo l’incontro ad Arcore tra i leader di Lega e Forza Italia, nelle prossime ore a Roma è in calendario il vertice del centrodestra con Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. Il leader della Lega, prima di incontrare gli alleati, parteciperà alla prima riunione del gruppo del Carroccio al Senato. L’obiettivo dei Cinquestelle e della Lega è quello di arrivare entro sabato a eleggere i presidenti dei due rami del Parlamento.