Firenze, africano “profugo” spacciava marijuana al bambini: arrestato

mercoledì 14 marzo 18:35 - DI Redazione

Arrestato per spaccio di stupefacenti a ragazzi minorenni un profugo richiedente asilo ospite di un centro di accoglienza del Mugello. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Borgo San Lorenzo (Firenze) e della stazione di Scarperia (Firenze) hanno arrestato un cittadino del Gambia, 26 anni, dal 2016 ospite di un centro di accoglienza straordinaria nel comune di Scarperia e San Piero, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Firenze, Sara Farini. I militari, nel corso delle attività di controllo per il contrasto alla diffusione delle droghe tra i giovani, hanno condotto un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze che ha portato all’identificazione del 26enne gambiano quale spacciatore di sostanze stupefacenti, soprattutto marijuana, ai ragazzi minorenni del Mugello. Gli elementi raccolti hanno permesso di rilevare un’attività continuativa e mirata di spaccio di droghe leggere, dal dicembre scorso a febbraio, che avveniva nei comuni di Borgo San Lorenzo e Scarperia. I militari hanno documentato che almeno otto diversi clienti minorenni del luogo contattavano periodicamente il giovane straniero per rifornirsi della marijuana. Il business messo in piedi fruttava allo spacciatore dalle cinque alle dieci euro a dose, per una media di almeno dieci cessioni settimanali. L’accusa nei suoi confronti è spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante di aver ceduto la droga a persone minorenni. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Sollicciano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • c.arcabasso1206@liber.it 15 marzo 2018

    Sparategli alla nuca come fa il benemerito presidente delle Filippine Duterte, o gettatelo in mare dall’elicottero|

  • amerigo.lori@alice.it 15 marzo 2018

    Inoltre, non rilasciava documentazione fiscale, evadendo l’iva e le imposte dirette…Ah, queste risorse, che delusione per il presidente emerito!

  • riccardo.gaule@alice.it 15 marzo 2018

    Quindi sono venuti nel “bel paese” solo per delinquere. Qualcuno li indottrina alla partenza, poi li scarica sulle navi ONG e il resto lo sappiamo.

  • riccardo.gaule@alice.it 15 marzo 2018

    Certo che vendere droghe ai minorenni ce ne vuole di coraggio, ma costoro sono selvaggi e non abituati alle leggi.

    • magnocarlo258@gmail.com 18 marzo 2018

      L’ignoranza qui è proprio ai livelli storici, definire la cannabis droga nel 2018 è come dire che si può morire per un mal di testa, certo probabilmente la qualità era bassa quindi si molto dannosa, e data ai minorenni, ma resta il fatto che non può essere chiamata droga, c’è ancora troppa disinformazione, fake news e falsi miti sfatati da “secoli”, siamo in Italia, siamo messi così male

  • lellathiene@hotmail.it 15 marzo 2018

    Io porterei tutti coloro che non rispettano le nostre leggi nell’isola dell ‘Asinara……

  • marimanzo@gmx.net 15 marzo 2018

    Mettiamo in chiaro un concetto una volta per tutte.
    Non siamo razzisti e non abbiamo niente se degli stranieri vivono con noi.
    Anch’io sono straniera qui in Germania.
    PERO’ deve essere gente per bene, integrata, che lavora e ha i documenti a posto.
    TUTTI GLI ALTRI VIA DALL’ITALIA !!!!

  • Jeekrobot@gmail.com 15 marzo 2018

    Questo negro merita l’espulsione immediata ,le risorse della boldrini, quelli che pagheranno le pensioni, lo stesso trattamento lo meritano tutti i buonisti del cazzo…..

  • valagussa@lispa.it 15 marzo 2018

    IL problema è che se per sbaglio un giudice di sinistra lo condanna (ma gli daranno sicuramente le attenuanti…) poi dovremmo pure mantenerlo in galera, vitto, alloggio, tv, ecc…… Ma le miniere in Sardegna non le possiamo riaprire ed usare queste fantastiche risorse della boldrini per lavori socialmente utili?

  • fghajdk@csj.com 15 marzo 2018

    ci pagano le pensioni… fanno i lavori che gli italiani non vogliono fare… scappano dalle guerre… sono i nuovi cittadini… le loro tradizioni saranno le nostre… bisognerebbe pubblicare un libro con tutte le stronz…te che i catto-comunisti si sono inventati in questi anni pur di farci invadere da questa feccia parassita, nullafacente e delinquente.

  • davidepierco@tiscali.it 15 marzo 2018

    Da prendre a bastonate fino a comsumare il legno, brutto bastardo, mantenuto da noi, parassita schifoso. Rovini i nostri bambini, se duri poco in carcere perche’ i giudici ti liberano subito, magari prima o poi qualcuno pensa anche a te.

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 15 marzo 2018

    E poi il PD si somanda (anzi non si domanda) perché hanno straperso.

    • marimanzo@gmx.net 15 marzo 2018

      Hanno perso perche’ hanno fatto schifo.

  • alberto.caioli@email.it 15 marzo 2018

    …..questo figlio di p……a sarebbe una “risorsa” per la Boldrini……..!

  • Giuseppe Forconi 15 marzo 2018

    Boldrini ……. !!! africani brava gente bisogna aiutarli ,vero signora spasimante del profugo ???

  • 14 marzo 2018

    Pena di morte!!!