Calcio in lutto: è morto Davide Astori. Il campionato è stato sospeso

Il capitano della Fiorentina, Davide Astori, 31 anni, è morto nella notte colto da malore mentre si trovava con la squadra in un albergo di Udine in attesa della sfida di campionato in programma contro la formazione friulana. A darne notizia è stata la società viola con una nota sul suo sito in cui si dice “profondamente sconvolta” nel comunicare la scomparsa del giocatore.

L’applauso commosso a Davide Astori

L’annuncio della morte del difensore, dato dagli altoparlanti allo stadio Marassi, è stato accolto da un lungo e commosso applauso del pubblico. Oggi era prevista alle 12.30 la sfida tra Genoa e Cagliari poi rinviata. Astori ha vestito la maglia della squadra sarda dal 2008 al 2014. Grande la commozione tra i giocatori della formazione isolana che hanno appreso la notizia poco prima di scendere in campo.

La serie A si ferma

Il commissario straordinario della Lega Serie A, Giovanni Malagò, ha deciso di rinviare a data da destinarsi le partite in programma nella 27esima giornata di serie A. «Sono sconvolto. È una notizia che mi ha scioccato. Quando mi ha chiamato la Fiorentina per raccontarmi l’assurda tragedia che ha colpito Davide Astori, sono rimasto allibito e senza parole. Sono stato assalito da mille pensieri, ho riflettuto a lungo sul dramma di un ragazzo che nel pieno della sua maturità sportiva ed agonistica scompare in una stanza d’albergo a poche ore da una partita di campionato», le parole di Malagò. «L’improvvisa scomparsa di Astori deve ancora una volta porre l’accento sulle necessità di controlli fisici assidui e costanti non solo per il calcio professionistico ma nello sport in generale. Oggi è un giorno triste per il nostro mondo e per questo ho chiesto al Commissario Straordinario della Federcalcio, Roberto Fabbricini, di invitare tutte le Leghe a far osservare un minuto di raccoglimento in tutte le manifestazioni calcistiche che si svolgono in questa giornata. Alla famiglia di Astori, ai suoi cari e alla Fiorentina rivolgo i sentimenti più vivi di condoglianze da parte di tutto lo sport italiano».