A un falso invalido 100mila euro di pensione: spostava pure bidoni pieni d’acqua

Falso invalido incastrato. I Finanzieri del Gruppo di Locri, Reggio Calabria, hanno scoperto una truffa aggravata a danno dell’Inps perpetrata da un uomo che ha ottenuto indebitamente oltre 100mila euro a titolo di pensione d’invalidità. Le indagini, portate avanti con numerosi riscontri tra appostamenti e videoriprese, hanno consentito di svelare l’effettiva autonomia e l’assenza di alcun impedimento fisico dell’uomo, in grado di svolgere ogni normale attività senza necessità di alcun aiuto. Il sospettato avrebbe percepito indebitamente l’indennità riconosciutagli dopo una visita medico-legale dalla Commissione Invalidi Civili che lo aveva ritenuto «invalido con totale e permanente inabilità lavorativa (100%) e con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita». Nel corso delle indagini delle Fiamme Gialle il falso invalido è stato ripreso dalle telecamere mentre svolgeva le normali attività quotidiane, effettuava acquisti al mercato, trasportava bidoni colmi d’acqua e si recava, alla guida di un mezzo agricolo, sul terreno di proprietà dove svolgeva attività agricola. L’ammontare di quanto illecitamente intascato dal falso invalido è stato quantificato in un totale di oltre 100mila euro in 7 anni. Le indagini si sono concluse con la denuncia all’Autorità giudiziaria del “falso invalido”, per l’ipotesi di reato riguardante la truffa aggravata ai danni dell’Inps ed è stata avanza richiesta di sequestro preventivo del profitto del reato.