V edizione della Corsa del Ricordo: vincono Elias Embaye e Camille Chenaux

mercoledì 7 febbraio 12:46 - DI Paolo Signorelli

Una splendida mattinata di sole ha salutato gli oltre ottocento partecipanti che hanno dato vita alla V Edizione della Corsa del Ricordo, l’ormai tradizionale manifestazione organizzata da ASI in occasione delle celebrazioni del Giorno del Ricordo, volte a commemorare la tragedia delle Foibe e l’esodo delle popolazioni Giuliano-Dalmata. La gara quest’anno si è dipanata su un percorso tutto nuovo che ha portato gli atleti partecipanti, dopo la partenza da Via Oscar Senigaglia, all’interno della città militare della Cecchignola, attraversando il quartiere Giuliano-Dalmata di Roma dove, nel periodo post bellico, si sono insediati molti dei profughi provenienti dall’Istria e dalla Dalmazia. Dopo le note dell’inno nazionale e lo start dato Donatella Shurtzel, Presidente del Comitato provinciale e Vicepresidente Nazionale ANVGD, si è subito scatenata la bagarre. La gara è stata di grande livello tecnico, sia al maschile che al femminile, grazie alla presenza di atleti di grande spessore come il vincitore l’etiope Elias Embaye del gruppo sportivo LBM Sport che ha fatto gara solitaria coprendo i 10 chilometri in 32:38. Staccato è giunto al secondo posto il giovane Giovanni Ceselli alfiere della Lazio Atletica in 33:27. Sul podio anche il biscegliese Mark Ridgerdell’Adem Exprivia Molfetta, giunto dalla Puglia per onorare la ricorrenza correndo, arrivato al traguardo con il tempo di 33:37. Fra le donne hanno fatto il vuoto altre due atlete dell’ LBM Sport, Camille Chenaux che ha tagliato il traguardo per prima con il tempo di 36:27 davanti alla compagna di squadra Elisabetta Beltramegiunta in 36:42. Terzo gradino del podio per Lucia Mitidieri (Atletica Roma Acquacetosa), che ha concluso in 37:41. Fra i tanti podisti al via anche il Generale Mario Sumatra, grazie al quale è stato possibile attraversare le strade della città militare. Roberto Tavani, della Regione Lazio, Angelo Diario, Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale, Fabrizio Ghera, Vice presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, Alessandro Cochi, già delegato allo sport di Roma Capitale, tutti regolarmente giunti al traguardo. Presente a sorpresa anche Mario Depangher, esule istriano, classe 1927, residente a Trieste che, dopo aver partecipato alla Corsa del Ricordo della sua città, ha voluto essere a Roma per questa quinta edizione, compiendo per intero il percorso della non competitiva. La Corsa del Ricordo quest’anno era valida anche per il campionato regionale ASI. A laurearsi campione 2018 Francesco Amadori (G.S.D. Lital) con i tempo di 35:29 e l’esperta ma inossidabile Nadia Dandolo (Atletica Asi Roma) che ha chiuso in 38:25. Parallelamente alla gara competitiva sono stati in tanti che, complice la bella giornata, hanno voluto essere presenti, cimentandosi nella non competitiva di 3 chilometri, aperta a tutti. Per la cronaca primi all’arrivo sono stati il paracadutista abruzzese Carlo De Gasperis e Francesca Marano ma a vincere sono stati naturalmente tutti i partecipanti. Sullo stesso percorso di 3 chilometri si è svolta la IV edizione del trofeo Tokyo 1964 di marcia che ha visto arrivare davanti a tutti Daniele Dalcron (Pfister Italia) in 15:43, seconda piazza per Carlo Capitani (Bancari Romani), che ha finito in 17:42, terza piazza per Piergiorgio Andreotti (Atletica Lonato) in 19:25. A conclusione della gara è stato il momento delle emozioni con la deposizione da parte dei rappresentanti delle Associazioni degli Esuli di una corona di fiori ai piedi della stele dedicata alle vittime delle foibe e dell’esodo, accompagnati dalle note del silenzio intonate da un trombettiere del gruppo Paracadutisti. Sono seguite le premiazioni, organizzate da Fabio Argentini, che hanno visto la presenza del Presidente Asi Claudio Barbaro, di ASI Lazio Roberto Cipolletti, di Asi Roma Marco Carotti e del responsabile Asi atletica leggera Sandro Giorgi e del responsabile organizzativo della Corsa del Ricordo Andrea Roberti. Fra le autorità Riccardo Viola, presidente del Coni Lazio e i rappresentanti delle AssociazioniDonatella Shurtzel Presidente del Comitato provinciale e Vicepresidente Nazionale ANVGD, Guido Cace e Carla Cace dell’Associazione Nazionale Dalmata, Antonio Ballarin, presidente di Federesuli. In rappresentanza dei Bancari Romani, partner tecnico della manifestazione, è intervenuto il patron della RomaOstia Luciano Duchi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *