Salvini: in sei mesi possiamo chiudere tutti i campi rom d’Italia (video)


“Il mio obiettivo è chiudere i campi rom. Illegalità non va tollerata, stiamo parlando di 40 mila persone su 60 milioni di abitanti. In sei mesi se c’è la volontà il problema si può risolvere”. Così Matteo Salvini incontrando i rappresentanti dei comitati di cittadini che da anni di battono contro il campo nomadi di via Germagnano a Torino, dove la Lega ha deciso di aprire la campagna elettorale nel capoluogo piemontese in vista delle politiche di marzo. Visitando il campo, circondato anche da una nutrita rappresentanza di rom, Salvini ha aggiunto: “Innanzitutto bisogna distinguere tra regolari e irregolari, tra chi lavora e chi no, tra chi manda i figli a scuola e chi no. E la terza volta che vengo in questo campo e mi pare che almeno per quanto riguarda l’inquinamento sia il peggiore d’Italia”. “Io però sono di coccio – ha concluso – e qui ci torno fino a che qui non ci sarà un parco giochi per bambini. E l’ultima volta che voglio venire a vedere una situazione di degrado simile. Il mio obiettivo è un’area verde bonificata”. “Fa male il nulla dei Cinque Stelle“. Così Matteo Salvini al termine della visita al campo rom di via Germagnano, dove la Lega ha scelto di aprire la campagna elettorale nel capoluogo piemontese in vista delle politiche di marzo. “Un anno e mezzo fa dissi che se avessi dovuto votare a Roma o a Torino piuttosto che votare per il Pd avrei votato per M5S – ha aggiunto – da loro mi aspettavo molto di più invece mi dicono che né a Roma né a Torino è cambiato nulla”.