Il parroco di Predappio: pericolo fascista? Qui vedo solo nostalgia

Ma alla fine, questo presunto pericolo fascista esiste davvero 0 è tutta fuffa montata ad arte per la campagna elettorale? A sentire il parroco di Predappio, don Urbano Tebaldi, nel luogo dove Mussolini è nato e è sepolto non vi sono manipoli di camicie nere pronte all’insurrezione. “Non vedo segnali particolari, qui a Predappio, al di là delle giornate particolari che vedono qui la presenza di nostalgici di Mussolini per l’omaggio rituale alla sua tomba. Ma per tutto il resto dell’anno viviamo tranquilli e sereni senza alcuna azione o tensione che possa fare riferimento al fascismo”. “La presenza di migranti da noi è rilevante – conclude –  anche con tante famiglie, con persone che provengono da varie aree geografiche, dal Nord Africa come dall’Asia, molti sono musulmani, c’è chi è più integrato e chi meno, ma senza particolari problemi né rigurgiti di stampo razzista. Osservo che in Italia sembra stia montando un clima che può tradursi in azioni isolate del tipo di quelle registrate a Macerata, ma qui a Predappio dal mio osservatorio parrocchiale non rilevo, finora, nessun allarme”.