Il centrodestra: ai nostri giovani daremo lavoro, non obblighi di leva

giovedì 8 febbraio 18:52 - di Redazione

“C’è chi vuole imporre ai giovani il servizio civile forzato e chi vuole ripristinare la leva obbligatoria. Vinceremo le elezioni e ai ragazzi daremo un lavoro, non obblighi. Il volontariato va sostenuto e favorito con risorse e norme migliori. Ma dev’essere appunto un volontariato, non un servizio obbligatorio che illuda i giovani con prospettive di lavoro inesistenti. E la difesa dev’essere affidata, come da tempo avviene grazie anche a noi, a Forze armate composte da volontari adeguatamente preparati”. Lo dichiara il senatore, Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato e capolista di Forza Italia nella circoscrizione Lazio 2. “Comprendiamo alcune istanze che emergono dal territorio, ma non si ritornerà mai più alla leva obbligatoria. La difesa moderna ha bisogno di altro. I valori della Patria e dall’appartenenza alla nazione devono essere alimentati nella scuola, nella società”, conclude Gasparri. Stessa opinione da Fratelli d’Italia: “No al ripristino della leva obbligatoria: Fratelli d’Italia è contraria e non è nel programma comune del centrodestra. Altra cosa è la mini naja su base volontaria proposta da Fdi e che consente a chi lo chiede di partecipare per tre settimane alla vita delle Forze armate”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier, Giorgia Meloni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • luca granelli 9 febbraio 2018

    Ho fatto il servizio di leva e lo rifarei. vedo questi giovani dall’ 85 in poi privati di una esperienza importante. Molti Soldati di leva, di condizioni modeste, conseguivano titoli che gli valevano come requisiti per il lavoro in ambito civile: patenti, brevetti , qualificazioni eccetera. Il professionismo di oggi è important ema ha dei limiti : i VP1 e VP2 dopo tre cinque anni dove vanno?! non possono continuare tutti perchè altrimenti tra vent’anni avremmo un Esercito di cinquantenni- Israele ha ferma obbligatoria se non sbaglio, ed è uno degli Eserciti più temibili. La Russia anche se non sbaglio ( 2 anni) e non mi sembra, dalle cronache di questi giorni, che sia considerata un Forza armata di dilettanti: andate a vedere che fanno i loro VDV. In più , da noi all’epoca, si imparava e assaporava quella sensibilità che si chiama “spirito di corpo” : ognuno guarda le spalle agli altri, che nella vita civile non esiste, Con qualcuno siamo ancora in contatto, e quando ci sentiamo è una gioa. Con altri non più ma li penso spesso con affetto e grande stima. qualche altro ha proseguito e ho letto dalle cronache che ha fatto una ottima carriera. Qualcuno ci ha lasciati anzitempo ma sono in frequente contatto con i suoi Genitori anziani come fossero mie Parenti. Gasparri forse si è abituato un po’ troppo alle comodità, ai lussi e agli affari mediocri della vita del politico, come i verdini o i Boldrini e si è scollegato dalla vita dei Cittadini e della Gente. Forse è il momento che vada in pensione, anche se non ha le abilità che hanno gli straordinari ex Ufficiali ultra sessantennni in pensione che ho avuto l’onore di conoscere. A proposito: “Folgore!”

    • Mino 9 febbraio 2018

      SE ESISTESSE LA LEVA OBBLIGATORIA, VORREI VEDERE QUANTI PEZZI DI M**** CHE ASPIRANO ALLA CITTADINANZA, DIRE CHE A LORO LA CITTADINANZA NON INTERESSA PROPRIO.