Cagliari, lite al centro migranti sfocia nel sangue: 19enne muore accoltellato

Finisce nel sangue una lite scoppiata nel centro di accoglienza “Le Sorgenti” di Villacidro, in provincia di Cagliari. Richard Amissah, 19enne del Ghana, è stato accoltellato a morte da un altro ospite del centro al culmine di una lite per futili motivi. Secondo una prima ricostruzione, all’interno della struttura che ospita un gruppo di migranti sarebbe scoppiata una discussione. Una furibonda lite che avrebbe visto coinvolta la vittime e l’altro ospite del centro. Quest’ultimo in preda alla rabbia ha afferrato un coltello da cucina e si è avventato sul 19enne.

Omicidio al centro migranti, l’indagine

Lo ha colpito più volte con fendenti al torace e all’addome, lasciandolo a terra agonizzante. Qualcuno ha subito chiamato il 118 dicendo che si era verificata una rissa e che un giovane era stato ferito gravemente. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118, intanto il 19enne aveva perso i sensi. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della Compagnia di Villacidro che hanno bloccato e portato in caserma il presunto autore dell’omicidio.  A Villacidro è arrivato anche il magistrato di turno, mentre i carabinieri  sono a lavoro nel raccogliere le varie testimonianze per ricostruire la vicenda. Un lavoro non facile visto che gli ospiti della struttura non parlano italiano.