Industria congressuale: Alberto Angela apre a Roma il Global Forum

mercoledì 10 gennaio 15:55 - DI Redazione

Sarà Alberto Angela ad inaugurare l’apertura plenaria del Global Forum, in programma a Roma dal 12 al 14 gennaio. L’evento mondiale dedicato al mondo del Mice (Meeting, Incentive, Congressi ed Eventi), professionisti dei viaggi d’affari, dell’industria congressuale e organizzatori di congressi ed eventi, è stato organizzato da due colossi mondiali del settore: Site (The Society for Incentive Travel Excellence), con il suo ceo Kevin Hinton, e MPI (Meeting Professionals International) con il presidente e CEO Paul Van Deventer.

Dal 12 gennaio 500 delegati da tutto il mondo

Alberto Angela, volto noto della Rai ma ormai famoso anche a livello internazionale come divulgatore, inaugurerà l’apertura plenaria alle ore 16 del 12 gennaio con “A day in the life of Rome”, che guiderà la platea in un’esperienza che porterà i presenti direttamente nella storia dell’antica Roma e del Genius Loci. A fare gli onori di casa, tra i membri del Comitato organizzatore locale, la Chair del Global Forum Miek Egberts (CMP, CMM, Owner InspireMe Montecarlo) e Annamaria Ruffini (CMP, President & CEO Events In & Out), che, nell’ambito del Global Forum, diventerà la prima presidente italiana di SITE mondo.

Un business da 500 miliardi di dollari

Il Forum offre agli oltre 500 partecipanti, tra cui aziende committenti, provenienti da tutto il mondo, attività di formazione e aggiornamento con più di 30 sessioni e speaker internazionali tra cui Julie Cottineau, Frans Johansson, Federico Mattei, Kristian Ribberstrom. Nel corso delle tre giornate in programma all’Hotel Cavalieri Walford Astoria, saranno condivisi i risultati della ricerca commissionata da SITE Foundation sull’impatto economico del mercato incentive specifico in Europa. Secondo alcune anticipazioni della ricerca, il valore economico mondiale dei viaggi incentive, congressuali e leisure, ammonta a oltre 500 miliardi di dollari, mentre il settore del travel & tourism, che occupa 108 milioni di persone nel mondo, genera un Pil pari a 7.600 miliardi di dollari, molto di più del comparto automotive, chimico, bancario e finanziario.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *