Bergoglio contestato da un parroco: “Sui migranti mi fa girare i maroni”

Jorge Bergoglio contestato pubblicamente da un parroco, non accade tutti i giorni. Se la contestazione arriva attraverso i Social network, la notizia fa rapidamente il giro del mondo. «A me sto fatto che Papa Bergoglio ed ora anche la Bonino su La 7 paragonino i presunti profughi agli ebrei nei lager mi fa girare parecchi i maroni». Così recita il post che don Milko Ghelli sacerdote di una parrocchia bolognese ha condiviso sul suo profilo Facebook.

Bergoglio contestato: ecco il post incriminato

Bergoglio contestato: ecco il post incriminato

Bergoglio contestato: ecco il post su Fb

Il post è corredato da due foto sovrapposte. La prima raffigura i prigionieri di un lager nazista, la seconda ritrae un gruppo di immigrati seduti a tavola. Autore del post è un altro utente Facebook, che l’ha pubblicato il 4 maggio scorso, pochi giorni dopo che Papa Francesco aveva detto, nel corso dell’omelia a San Bartolomeo all’Isola Tiberina, che quelli dei rifugiati «sono campi di concentramento».

Il parroco bolognese citato dal Resto del Carlino

Il parroco in questione si chiama don Milko Ghelli. A rendere nota la condivisione del post da parte del sacerdote della parrocchia di San Giacomo della Croce del Biacco, è l’edizione bolognese de il Resto del Carlino.