Australia, si toglie la vita per colpa dei bulli. Aveva solo 14 anni

giovedì 11 gennaio 11:44 - DI Redazione

Non ce l’ha fatta. Vittima del bullismo online, si è tolta la vita. Aveva solo quattordici anni. A 8 anni la bella Amy Dolly era diventata il volto di una famosa marca di cappelli australiani, testimonial di una campagna pubblicitaria della Akubra. La notizia del suicidio di Amy  ha scosso l’Australia. A dare la notizia della sua morte, avvenuta il 3 gennaio, è stato il padre Trick con uno straziante post su Facebook. «Dolly ha avuto la forza di fuggire da quello che lei pensava fosse il male di questo mondo — ha dichiarato — Purtroppo non saprà mai il dolore e il vuoto immenso che ha lasciato». Nella sua disperazione il papà ha invitato i bulli carnefici i ad andare ai suoi funerali. «Così vi renderete conto – ha scritto – di quale disastro abbiate combinato. Non avete la metà della forza che aveva il mio prezioso angelo e che ha dimostrato anche nel mettere in atto il suo tragico piano per sfuggire alla cattiveria di questo mondo». Insieme all’appello del post la famiglia ha voluto ricordata Amy Dolly con un video-spot contro il bullismo invitando l’opinione pubblica mobilitarsi perché «solo così la vita di Dolly non sarà andata sprecata».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *