Asia Argento rabbiosa con la destra. Dopo Meloni, attacca la Bongiorno e fa un’altra gaffe

Asia Argento ha sempre un buon motivo per scagliarsi contro le donne di destra,. chissà perchè. Lo scorso anno si era scagliata contro la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, dopo averla fotografata al ristorante di nascosto, accusandola, tra le altre cose, di essere sovrappeso. Una gravissima mancanza di rispetto per la Meloni, all’epoca incinta. Ne seguirono scuse, più o meno sincere. Poi la battaglia contro le molestie sessuali, a seguito della denuncia (molto tardiva) delle violenze subite da Weinstein a Hollywood, con tanto di dibattito e scambio di insulti con altre donne. Oggi l’attrice italiana ha scelto Giulia Bongiorno come nemica: l’avvocatessa è “colpevole” di aver accettato l’offerta di una candidatura con la Lega. Per Asia Argento tanto basta per sbottare su Twitter: «L’avvocato Bongiorno aveva difeso il mafioso #Andreotti (“Assolto! Assolto! Assolto!”) ma si è rifiutata di tutelare alcune vittime di violenza sessuale nell’industria cinematografica… #DoppiaDifesa? Dissociazione totale», è scritto in un tweetche ha fatto subito discutere. A chi, via Twitter, ha chiesto all’attrice di “spiegarci meglio o segnalarci qualcuno con cui approfondire”, Asia Argento ha risposto: «Sarebbe bello conoscere l’opinione delle altre attrici italiane, visto che fino ad oggi sono state mute riguardo la rivoluzione #metoo». Accuse assurde, considerando che proprio la Bongiorno, da anni, combatte in prima fila battaglie in difesa delle donne dalle violenze, al fianco di Michelle Hunziker, con la fondazione, “Doppia Difesa“. Ma Asia Argento non lo sa. Forse, anche qui seguiranno le scuse…