Usa, Giappone e Corea del Sud: prove tecniche di testi balistici congiunti

Usa, Giappone e Corea del Sud annunciano due giorni di test balistici congiunti (11 e 12 dicembre)  mentre aumentano le tensioni nella regione rispetto ai programmi di armamento in rapida crescita della Corea del Nord. Lo riferisconono i rispettivi ministeri della Difesa rilanciati dalla stampa locale. La Corea del Nord ha sparato due missili sul Giappone, sfidando le sanzioni delle Nazioni Unite e la condanna internazionale. Il 29 novembre ha testato un missile balistico intercontinentale che, a suo avviso, era il più avanzato, in grado di raggiungere gli Stati Uniti continentali.

Usa-Giappone-Corea del Sud: test balistici congiunti

I test in programma  saranno il sesto esercizio congiunto di tracciamento dei missili balistici tra le tre nazioni. Gli Stati Uniti e la Corea del Sud hanno condotto esercitazioni militari su larga scala la scorsa settimana, che secondo il Nord hanno reso lo scoppio della guerra “un fatto accertato”. Il mese scorso gli Stati Uniti hanno dichiarato che la Corea del Nord sarebbe “completamente distrutta” se una guerra dovesse scoppiare. La Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno intrapreso lunedì 4 dicembre la più vasta esercitazione aerea congiunta nella storia dell’alleanza militare tra i due paesi, denominata Vigilant Ace“. All’esercitazione congiunta prendono parte in tutto 230 aerei, inclusi sei intercettori di quinta generazione F-22 Raptor e cacciabombardieri F-35. Ben dodicimila uomini del personale militare statunitense proveniente da Aviazione, Marina e Marines partecipano alla manovra, che stando ai media sudcoreani, coinvolgerà’ anche i bombardieri supersonici statunitensi B-1B Lancer. La stampa di regime della Corea del Nord ha risposto alla manovra accusando gli Stati Uniti di aumentare le tensioni nella Penisola per giungere a un conflitto militare. Il Comitato nordcoreano di riunificazione pacifica della Corea ieri ha definito il presidente Usa, Donald Trump, un “folle”, avvertendo che le manovra “Spingera’ la situazione gia’ grave nella Penisola coreana sull’orlo di una guerra nucleare”. L’agenzia di Stampa nordcoreana “Kcna” ha accusato l’amministrazione Trump di “condurre una pericolosa scommessa nucleare nella Penisola coreana”.