Netanyahu non cede: Gerusalemme? È la nostra capitale da tremila anni

“Per tremila anni Gerusalemme è stata la capitale del popolo ebraico, dai tempi di re Davide, fatti ben documentati dalla Bibbia”. Anche durante i lunghi secoli della diaspora, gli ebrei hanno sempre sentito “un forte legame” con la città santa, legame che non hanno “mai perso”, ma “quel legame è stato negato in decisioni risibili delle Nazioni Unite e dell’Unesco, che cercano di negare la storia e la verità storica”. Lo ha detto il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, arrivando a Bruxelles dove si tiene il Consiglio. Gerusalemme, ha aggiunto, “è stata la capitale di Israele negli ultimi settant’anni: il presidente Usa Donald Trump ha semplicemente messo i fatti sul tavolo. La pace è basata sulla realtà e sul riconoscimento della stessa. La Knesset, il governo, il mio ufficio, stanno tutti a Gerusalemme è la capitale di Israele e nessuno lo può negare: non ostacola la pace, ma la rende possibile”. “E’ in corso un tentativo da parte dell’amministrazione americana di presentare una nuova proposta di pace: penso che dovremmo dare alla pace un’occasione. E’ tempo che i palestinesi riconoscano lo Stato ebraico e che questo Stato ha una capitale, che è Gerusalemme”.