Afghanistan, controffensiva talebana: polizia attaccata, almeno 37 morti

È salito ad almeno 37 uomini della sicurezza afghana uccisi il bilancio degli attacchi sferrati dai Talebani contro posti di polizia nel sud e nell’ovest dell’Afghanistan. Lo ha detto alla Dpa un portavoce della polizia di Kandahar, Matiullah Hilal. Sono 15 i posti di polizia attaccati dagli insorti nei distretti di Zheray e Maiwand a Kandahar, al confine con la provincia di Helmand. ”Ventidue sono i poliziotti uccisi e altri 15 quelli rimasti feriti nell’attacco”, ha aggiunto Hilal, spiegando che l’azione è stata condotta da terroristi suicidi e poi da uomini armati. Gli attacchi sono stati respinti dalle forze della sicurezza afghana e i talebani hanno perso 45 uomini, mentre altri 35 sono rimasti feriti, ha proseguito Hilal. I talebani hanno quindi attaccato altri due posti di blocco dell’esercito afghano nel distretto di BalaBulok nella provincia occidentale di Farah. ”Sfortunatamente 15 soldati dell’esercito sono stati uccisi e altri 15 feriti”, ha detto un esponente del consiglio provinciale, Jamila Amini, alla Dpa. ”Uno dei posti di sicurezza è caduto rapidamente nelle mani dei Talebani”, ha spigato Amini, precisando che le forze afghano l’hanno successivamente riconquistato.. Il portavoce dei Talebani, Qari Yousuf Ahmadi, ha rivendicato gli attacchi condotti nelle due province affermando che gli insorti hanno inflitto pesanti perdite alle forze della sicurezza afghana.