Tolkien superstar al Festival del Medioevo: i rapporti tra fantasy e età di mezzo

Una intera sessione di interventi anche quest’anno al Festival del medioevo di Gubbio sarà dedicata a J.R.R. Tolkien, il celebre autore del Signore degli Anelli e dello Hobbit.

“L’incontro con questo grande autore – dice Roberto Arduini, che curerà i dibattiti della Tolkien session in programma il 30 settembre –  è un modo per entrare in contatto con la letteratura antica, testimonianza di una cultura prettamente medievale. Tolkien, infatti, fu un professore e insegnò filologia e letteratura nelle università di Leeds e Oxford per quasi 40 anni, scrisse numerosi saggi legati al Medioevo, alcuni importanti ancora oggi.
Soprattutto, con Il Signore degli Anelli e le altre storie della Terra di Mezzo è riuscito a descrivere un mondo immaginario che è un po’ lo specchio dell’Età di Mezzo. E così i suoi libri hanno avuto il merito di rendere il Medioevo accessibile al lettore medio e perfino ai ragazzi stimolando la loro curiosità. Ancor di più, lo scrittore inglese rientra in pieno in quella disciplina che è il Medievalismo, cioè la reinterpretazione moderna che di quei dieci secoli di storia che dalla metà dell’Ottocento a oggi ha assunto moltissime forme diverse ed è materia di studio consolidata nelle università di tutto il mondo”. 

Ancora, organizzando una sessione su Tolkien nella più importante manifestazione medievale in Italia, l’Associazione italiana studi tolkieniani (Aist),  di cui Arduini è presidente, vuole introdurre un modello mutuato dall’estero, soprattutto dai Paesi anglosassoni dove l’autore del Signore degli Anelli è studiato all’università, è oggetto di tesi di laurea e libri di saggistica, ed è una presenza costante proprio nei Congressi sul Medioevo e il medievalismo.

La Tolkien session comincerà la mattina di sabato 30: “Un caso di medievalismo postmoderno: la Contea di Saruman” con Elisabetta Marchi. “Dalla storia alla mitopoiesi: evidenze archeologiche nel Signore degli Anelli” con Ferruccio Cortesi e Carla Iacono Isidorio. “Paganesimo e Cristianesimo nel moderno Medioevo di Tolkien” con Claudio Antonio Testi. Nel pomeriggio conferenza su Tolkien e l’Italia con Franco Cardini, Adolfo Morganti e Oronzo Cilli, autore del libro “Tolkien e l’Italia” (Il Cerchio)