Referendum Lombardia e Veneto, il Movimento Nazionale schierato per il Sì all’autonomia

«L’esecutivo del Movimento Nazionale ha deciso oggi di dare mandato ai rispettivi segretari regionali di organizzare in Lombardia e in Veneto dei comitati per il si al referendum diretta espressione del nostro movimento. Questi comitati che si chiameranno “Destra per il Sì all’autonomia” serviranno a mobilitare la nostra area politica per il referendum del 22 ottobre che non puo’ essere in alcun modo visto come un indebolimento dell’unità nazionale». Lo dichiarano il segretario e il presidente del Movimento Nazionale, Gianni Alemanno  e Francesco Storace. «Riconoscere una maggior autonomia a Lombardia e Veneto significa al contrario rafforzare l’unita’ nazionale sulla base del riconoscimento delle specificità e delle potenzialità di sviluppo di queste due regioni. Più sviluppo si riuscirà a creare in Lombardia e nel Veneto più’ ricchezza ci sarà da ridistribuire anche nelle altre regioni italiane. Contemporaneamente il Mn presenterà in tutti i consigli regionali e comunali del sud una mozione per far approvare la legge costituzionale istitutiva della macroregione meridionale, proprio per dare al nostro mezzogiorno uno strumento istituzionale in grado di dare forza a queste regioni che devono ancora esprimere il loro potenziale di sviluppo», spiegano Alemanno e Storace che concludono: «L’unità  e la sovranità nazionale devono rappresentare tutta la ricchezza delle realtà  locali che compongono la nostra identità di italiani».