Omaggio all’aviatore fascista, il sindaco del Pd non cede ai partigiani: «Era un eroe»

Il sindaco del Pd non molla, nonostante le polemiche della sinistra e dei soliti “partigiani” per la decisione di inaugurare un monumento all’Arma Aeronautica in occasione del centenario della nascita ”di un asso dell’aviazione italiana”, medaglia d’oro al valor militare. Si tratta del capitano Luigi Gorrini, che combatté nelle fila della Rsi. Il sindaco di Fidenza, Andrea Massari, a guida di un’amministrazione Pd, non fa marcia indietro, anzi, rilancia. Il monumento in questione, posizionato in via Cairoli, è un jet Aermacchi, restaurato e assicurato per un valore di centinaia di migliaia di euro. 

La replica di Massari su Facebook

Replicando alle polemiche espresse ad alcuni consiglieri, Massari scrive su Fb: ”Allora approfitto dell’occasione per dire la mia su Luigi Gorrini, militare e ufficiale che combatté nelle fila della Rsi ma fu insignito della medaglia d’oro al valor militare dalla Repubblica Antifascista. Penso che Luigi Gorrini sia stato un asso autentico dell’arte aviatoria, penso che abbia combattuto per la parte sbagliata della storia ma che comunque sia stato un militare impermeabile alle ideologie politiche e penso, per me vale soprattutto questo, che alzandosi in volo abbia evitato che altre bombe cadessero su Fidenza. Bombe – sottolinea il sindaco – angloamericane, le forze che stavano liberando l’Italia dal nazifascismo, ma sempre bombe e sempre morte dal cielo”. ‘Ora, come Sindaco, Sindaco di tutti i miei concittadini e non solo di una parte di essi, il mio giudizio sulla persona non cambia il mio giudizio su quella fase storica che visse l’Italia, non cambia la mia scelta di campo antifascista e non cambia quella della Città di Fidenza, che a dispetto di sedicenti nostalgici di ieri e di oggi, diede un contributo straordinario alla Lotta di Liberazione. Un contributo che Fidenza onora ogni anno e ogni giorno – conclude Massari – anche con il supporto di un Protocollo d’Intesa sottoscritto con Anpi, di cui siamo il primo Comune italiano ad aver realizzato uno strumento di memoria e formazione democratica di questa portata”.