Brexit, è effetto Colin Firth: gli inglesi ora vogliono un altro passaporto Ue

C’è il caso clamoroso dell’attore Colin Firth, che, sposato con una donna italiana, ha recentemente ottenuto la cittadinanza del nostro Paese. Ma dopo il referendum sulla Brexit ci sono stati anche decine di migliaia di cittadini britannici che, avendone i requisiti, hanno fatto domanda per un secondo passaporto Ue.

Boom di britannici che vogliono la doppia cittadinanza

I dati, resi noti dalla Bbc, indicano che tra luglio 2016 e giugno di quest’anno, le richieste sono più che raddoppiate rispetto al periodo precedente. In testa alle preferenze dei sudditi di Sua Maestà c’è l’Irlanda. Nei 12 mesi precedenti il referendum del giugno 2016, vi furono 25.207 britannici che fecero richiesta di un passaporto irlandese. Nei 12 mesi dopo il voto che ha deciso l’uscita del Regno Unito dalla Ue, le domande sono diventate ben 64.400.

La Brexit fa impennare le richieste

Stessa impennata, in termini percentuali, anche per altri Paesi. Ad esempio, per la Spagna si è passati da 2.300 domande a 4.558, per la Svezia da 969 a 2002, per la Francia dalle 385 richieste di passaporto del 2015 alle 1.363 del 2016 alle 2.129 dei primi 8 mesi di quest’anno. Se non c’è modo di stabilire con certezza quale sia il motivo di questa impennata di richieste, è però evidente che la ragione scatenante possa essere stata proprio l’incertezza che ancora avvolge il processo di uscita della Gran Bretagna dalla Ue e i diritti futuri dei cittadini britannici in Europa.