Brescia, bimba di 4 anni muore di malaria: ma non era stata in un paese a rischio

Una bimba di 4 anni è morta a Brescia: la diagnosi è malaria. E al dolore per la perdita di una giovanissima vita si aggiunge il mistero delle cause e, soprattutto, di come una malattia debellata da oltre 50 anni possa essere tornata a colpire all’interno dei nostri confini.

Bimba di quattro anni muore di malaria

Tutto è precipitato nel giro di breve: la piccola, ricoverata agli Ospedali Civili di Brescia, dove poi è morta nelle scorse ore per malaria, appunto, era figlia di una coppia italiana residente a Trento. Era stata ricoverata già in condizioni disperate, e tutto è precipitato velocemente, senza dare il tempo di contrastare il male e all’organismo di provare a reagire. La causa dell’infezione potrebbe essere ricercata nella puntura di una zanzara ma, e qui si annida il mistero che accompagna questa tragica scomparsa, la piccola, secondo quanto appreso, non sarebbe mai stata in un Paese malarico, o nelle aeree tropicali o subtropicali: anzi, tra gli altri il Corriere della sera, la bambina era appena rientrata da Bibione dove aveva trascorso vacanze serene e perfettamente in salute. Peraltro, a quanto si apprende la zanzara che trasmette la malattia non risulta presente, come specie, in Italia. Anzi, conferma sempre dalle colonne del Corriere Claudio Paternoster, «è la prima volta in trent’anni di carriera che assisto ad un caso di malaria autoctona in Trentino». E allo sconcerto si aggiunge l’incredulità.