Gambe di donna mozzate ai Parioli: c’è un sospettato

Macabra scoperta la sera di Ferragosto a Roma, dove le gambe di una donna, sono state trovate in un cassonetto in viale Maresciallo Pilsudski, ai Parioli. Le due gambe, probabilmente tagliate con una sega, erano legate tra loro con del nastro adesivo da pacchi. Un uomo, sospettato per il ritrovamento, è stato portato in questura. L’uomo sarebbe stato ripreso da una telecamera di un esercizio commerciale mentre gettava qualcosa all’interno del cassonetto. Sarebbe stato ripreso la notte tra il 14 ed il 15 agosto dopo essersi avvicinato in auto.

Delitto dei Parioli: il precedente irrisolto del 2011

Il ritrovamento agghiacciante ha molte analogie con quello del cadavere mutilato avvenuto, sempre nella Capitale, ormai sei anni fa. È l’8 marzo del 2011 quando un corpo di donna, in avanzato stato di decomposizione, senza testa né gambe, viene trovato dalla polizia in un campo all’Ardeatina all’altezza di via Porta Medaglia. Ad avvistare il cadavere un camionista che stava percorrendo la strada, una via isolata, circondata dai campi. I primi risultati dell’autopsia, un lavoro complicato per le condizioni del corpo, rivelano che la donna è stata colpita da tre coltellate, una al cuore, una alla schiena e una al collo e che ha cercato di difendersi. Un autentico giallo per gli investigatori riuscire a dare un nome alla vittima tanto che vengono diffuse anche alcune foto con dettagli come le unghie rotte e smaltate di rosso, il giubbotto nero con la zip, la maglietta e il particolare del bottone del gilet, per cercare di identificarla. Identificazione mai riuscita.

La macabra scoperta ai Parioli la sera di Ferragosto 

A fare l’agghiacciante scoperta di Ferragosto è stata una nomade, intorno alle 20: nel cassonetto c’erano delle gambe, dai primissimi accertamenti, presumibilmente di una donna. La ragazza, appena si è resa conto della macabra scoperta, ha dato l’allarme alle forze dell’ordine. Sul posto è intervenuta la polizia. Polizia scientifica e medico legale hanno effettuato degli accertamenti e sul caso sta indagando la squadra mobile. Nel cassonetto sono state rinvenute due gambe apparentemente di donna, tagliate all’altezza dell’inguine. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia scientifica per i rilievi di competenza. Le indagini della polizia sono in corso. Altri pezzi del cadavere sono stati ritrovati in altri cassonetti. 

Vicino al cassonetto un uomo ripreso dalle telecamere

Un uomo è stato ripreso nei filmati di una telecamera, passati al vaglio dai poliziotti che stanno indagando sui resti di un cadavere trovati in un cassonetto a Roma. L’uomo, a quanto si apprende, sarebbe stato ripreso vicino al cassonetto dove sono state trovate le gambe di una donna. Il sospettato sarebbe stato portato in questura.