Incendio spaventoso sulla A1 al km 528, chilometri di coda, caos totale (video)

Gli incendi non danno tregua: sull‘autostrada A1 Milano-Napoli, intorno alle ore 15, si è resa necessaria la chiusura del tratto compreso tra l’allacciamento con l’A24 e Ponzano Romano in direzione di Firenze e il tratto tra Orte e l’allacciamento con la diramazione Roma Nord in direzione di Roma, a causa di un incendio divampato in aree adiacenti alle competenze autostradali all’altezza del km 528. È stato inoltre chiuso, riferisce Autostrade per l’Italia, il tratto della Diramazione Roma Nord compreso tra il GRA e l’allacciamento con l’A1 in direzione di Firenze. Non ci sono persone ferite. Sul luogo dell’evento, oltre al personale della Direzione 5° Tronco di Fiano Romano, sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco ed i soccorsi sanitari e meccanici. Attualmente per effetto del fumo in carreggiata che limita la visibilità, per questioni di sicurezza è stato necessario bloccare il traffico in entrambe le direzioni e si registrano in A1 5 km di coda in direzione di Roma e 4 km di coda in direzione di Firenze. Agli utenti diretti verso Firenze la società consiglia di uscire a Roma Nord o Roma Est, percorrere il Gra e dopo aver preso la SS Cassia in direzione di Viterbo, percorrere la superstrada Viterbo-Orte e rientrare in A1. In alternativa si consiglia di percorrere l’A12 Roma -Civitavecchia e proseguire sulla SS1 Via Aurelia in direzione di Firenze. Alle lunghe percorrenze dirette verso Bologna-Milano si consiglia di percorrere l’A24 e poi l’A14. In direzione opposta si consigliano i percorsi inversi. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità saranno diramati tramite: i collegamenti “My Way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24 e su Sky TG24 (canali 100 e 500 di Sky e canale 50 del Digitale Terrestre); sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD; sul sito www.autostrade.it; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24. Il traffico, riferisce Anas, è deviato con indicazioni in loco. Il personale Anas è intervenuto sul posto, congiuntamente ai Vigili del Fuoco e alle Forze dell’Ordine, per la gestione del traffico e il ripristino della transitabilità. Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI Anas Plus”, disponibile gratuitamente in App store e in Play store. Inoltre si ricorda che il servizio clienti Pronto Anas è raggiungibile chiamando il numero verde, gratuito, 800 841 148. Sul luogo dell’evento, oltre al personale della Direzione 5° Tronco di Fiano Romano, sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco ed i soccorsi sanitari e meccanici. Attualmente per effetto del fumo in carreggiata che limita la visibilità, per questioni di sicurezza è stato necessario bloccare il traffico in entrambe le direzioni. In serata il tratto è stato riaperto. Un altro incendio è divampato la scorsa notte nei pressi di Monticiano, in provincia di Siena, alla pineta di Tocchi, dove si trova la Scuola antincendio della Regione. La segnalazione alla Sala operativa della Protezione civile è arrivata intorno alle 3. Immediati gli interventi: l’incendio è stato spento velocemente, sono bruciati poco più di 150 metri quadrati. A distanza di 700-800 metri dalla Scuola antincendio sono stati trovati due inneschi. Sono stati avvisati i Carabinieri forestali ed è stato chiesto al Cop (Centro operativo provinciale dell’anticendio boschivo) di fare attenzione alla zona. Un incendio analogo era avvenuto otto anni fa. Intanto un appello di Coldiretti al prefetto di Cagliari Tiziana Costantino per segnalare la grave situazione di emergenza nel Sulcis-Iglesiente dove 4 mila aziende agricole sono rimaste praticamente senz’acqua a causa della siccità e degli incendi. Coldiretti chiede alla Rappresentante del Governo di convocare un incontro “in cui trovare delle soluzioni ad una situazione drammatica”. Gli incendi dei giorni scorsi hanno infatti causato dei danni al sistema di pompaggio lasciando senz’acqua la città di Iglesias e costringendola ad approvvigionarsi dal bacino Punta Gennarta. Il bacino di conseguenza si è quasi svuotato e le aziende agricole di Iglesias, Domusnovas e Villamassagia vengono servite per soli due giorni la settimana con il rischio di non avere più acqua a brevissimo. “Senza precipitazioni e con queste temperature oltre la norma, per le aziende agricole è impossibile resistere a lungo senz’acqua – dice il direttore di Coldiretti Cagliari Luca Saba –  si rischia di perdere il raccolto e di compromettere anche la prossima annata”.