Filma la camera a gas di Auschwitz: bufera su un deputato americano (video)

Bufera sul deputato americano, Clay Higgins, che ha girato un video in quella che era una camera a gas dell’ex campo di concentramento nazista di Auschwitz, dove morirono più di un milione di persone, in gran parte ebrei. In un tweet pubblicato sull’account del museo e memoriale dell’ex lager in territorio polacco si legge che la camera a gas non è “un palcoscenico”, ma un luogo di silenzio e lutto. Il deputato repubblicano affermava nel suo video che gli orrori dei campi nazisti della Seconda guerra mondiale sono il motivo per cui le forze armate statunitensi dovrebbero essere “invincibili”. La ripresa di cinque minuti mostra Higgins in diverse parti del museo, mentre parla delle atrocità subite dai prigionieri del campo e mentre spiega, all’interno di una camera a gas, come le vittime venivano uccise. “È per questo che il Dipartimento della sicurezza deve essere organizzato in modo efficiente, le nostre forze militari devono essere invincibili”, dice. Il museo non ha però gradito il comportamento del repubblicano e ha risposto all’accaduto, oltre che con il tweet di rimprovero, pubblicando una foto dell’ingresso dell’edificio, dove è affissa una targa in cui si chiede silenzio e rispetto per tutti coloro che hanno sofferto in quel luogo.