Tre anni fa la morte di Ciro Esposito: a Scampia nasce l’Onlus “Ciro vive” (VIDEO)

 

Il 3 maggio del 2014 un colpo di pistola esploso da un tifoso romanista lo uccise, mentre era nella Capitale per assistere alla finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina. Tre anni dopo nella sua Scampia, a Ciro Esposito è stata dedicata l’associazione Ciro Vive, inaugurata nel parco pubblico del quartiere, in viale della Resistenza. A tagliare il nastro della nuova sede della Onlus è stata Antonella Leardi, la mamma di Ciro, che ha avuto la forza di perdonare il killer di suo figlio. «Voglio portare avanti la sua memoria – ha detto Antonella Leardi – nella positività e non nella negatività perché se l’odio ha ucciso mio figlio, l’amore deve salvare tanti altri giovani».