India, folla inferocita distrugge la chiesa di Fatima e devasta la Madonna

Cristiani ancora sotto attacco, in India, come in tante altre parti del mondo. L’ultima mortificazione arriva da Godamakunta, nel villaggio di Keesara (nella diocesi di Hyderabad), dove una folla inferocita di circa 100 persone ha devastato e vandalizzato la chiesa della Madonna di Fatima distruggendo il crocifisso e mandando in pezzi la statua della Vergine.

La chiesa era stata consacrata lo scorso 13 maggio da monsignor Thumma Bala, l’arcivescovo, nel giorno in cui la Chiesa universale aveva festeggiato il centenario delle apparizioni di Fatima. Alla base dell’assalto secondo la polizia locale, non ci sarebbero però soltanto motivi religiosi ma anche una contesa su un appezzamento di terreno sul quale la chiesa è stata edificata. La polizia locale spiega che il proprietario del terreno, avrebbe chiesto all’amministrazione distrettuale il permesso di costruire una chiesa su un terreno di circa 900 mq ma ancora non aveva ottenuto l’approvazione urtando la sensibilità dei residenti locali.

Una tesi smentita dal rappresentante locale dei cattolici. Si tratta, in ogni caso, dell’ennesimo episodio di intolleranza verso la minoranza cristiana Secondo Monsignor Bala, “l’atto di dissacrazione, vandalismo e la distruzione delle statue ferisce in modo profondo i sentimenti religiosi della comunità cattolica. Siamo molto addolorati”. I guardiani non hanno potuto impedire la devastazione delle statue del Cristo Gesù e della Madonna e la distruzione di tutti gli ornamenti sacri.