Gasparri contro la marcia di Milano pro-migranti: “Iniziativa folle e razzista”

«Preoccupa l’adesione di personalità istituzionali alla manifestazione razzista di Milano». Così Maurizio Gasparri sull’iniziativa per i migranti guidata dal sindaco Sala.  «Chi vuole incoraggiare l’attività e favorire l’arricchimento dei trafficanti di persone in Africa e delle cosche criminali in Italia si qualifica come nemico degli italiani», aggiunge il vicepresidente del Senato. «Chi chiede più immigrazione – prosegue Gasparri – vuole moltiplicare i casi di abbandono e degrado in cui precipitano tanti stranieri, rivelandosi così razzista perché causa sfruttamento e emarginazione delle troppe persone che arrivano dall’estero nel nostro Paese».

Gasparri all’attacco della manifestazione di Milano

«Chi marcia a Milano per avere più clandestini – prosegue l’esponente di Forza Italia – sceglie di spendere cinque miliardi per gli stranieri e chi li sfrutta abbandonando nella miseria tanti pensionati e poveri italiani». «È una marcia della follia, dei nemici delle forze dell’ordine alle quali preferisce chi le accoltella. Non abbiamo dimenticato che esponenti Pd hanno condannato il giusto intervento delle forze dell’ordine alla stazione di Milano di giorni fa. Con buona pace del Viminale, i cui interventi sono o inconsistenti o pro clandestini, l’Italia affonda nel disordine. E i razzisti di Milano vogliono più traffico di persone e quindi più morti in mare. Sono davvero fuori di testa».