Comica Usa mostra la testa mozzata di Trump. L’ira di Melania: “È pazza”

Melania Trump insorge contro una foto dell’attrice comica Kathy Griffin che tiene in mano una finta testa mozzata e insanguinata del marito Donald. “Come madre, moglie, essere umano, trovo questa foto molto inquietante. Quando si pensa alle atrocità che avvengono nel mondo, una foto come questa è semplicemente sbagliata e pone in dubbio la sanità mentale di chi l’ha fatta”, ha detto la first lady in dichiarazioni citate dai media americani. Melania è intervenuta dopo che Trump aveva già attaccato la Griffith su Twitter, lasciando intendere che l’immagine aveva scioccato suo figlio Barron: “Kathy Griffin dovrebbe vergognarsi. I miei figli, specie l’11enne Barron hanno avuto un brutto momento. Nauseante”. Ore dopo che la foto era stata pubblicata su Tmz, l‘attrice si è scusata, pubblicando un video in cui diceva di “essere andata oltre”.

Testa mozzata di Trump: in 8 anni mai nessuno ha osato qualcosa di simile contro Obama

Una sola considerazione, inevitabile. Pensate che cosa sarebbe successo se un comico avesse fatto una cosa del genere nei confronti di Barack Obama. Per una battuta razzista (postata su Twitter) nei confronti del presidente afroamericano, un privato cittadino si ritrovò i servizi segreti americani a casa e fu messo sotto torchio per alcuni giorni. Non osiamo immaginare, poi, se una comica italiana osasse fare qualcosa di simile nei confronti della Boldrini o della Boschi. Verrebbe ricoverata in manicomio. Ma contro l’odiato Trump si può vomitare tutto l’odio del mondo senza timore di pagare dazio: il diritto di satira vale solo per i politici che non sono “sinistri”.