Tutto il centrodestra appoggia Federico Sboarina sindaco di Verona

“Unità e programmi”, sono le parole chiave del discorso tenuto dal candidato sindaco per il centrodestra, Federico Sboarina, durante la conferenza stampa di oggi di presentazione della sua candidatura a sindaco di Verona, appoggiata e sostenuta con forza dal centrodestra e da molte associazioni cittadine. Nel richiamare il massimo impegno per raggiungere il miglior risultato in queste prossime elezioni amministrative tutti hanno sottolineato la necessità di compiere uno sforzo per dare nuovo vigore alla crescita di Verona e migliorare la qualità della vita dei concittadini veronesi. La convergenza che vi è stata, sulle linee programmatiche in primis, ha portato a maturare una scelta che fosse reale espressione del territorio e potesse ben rappresentare una svolta anche nel modo di individuazione del candidato da far ratificare e non imporre anche al livello nazionale dei partiti, che hanno dimostrato una fiducia non scontata nei loro dirigenti locali, avallandone la scelta. La candidatura di Sboarina rappresenta un punto di partenza per un centrodestra inclusivo che vuole abbinare ad esperienza e capacità amministrativa, freschezza di idee e contenuti da mettere al servizio della città attraverso una nuova classe dirigente, è stato spiegato.

Sboarina sostenuto anche dalle associazioni

Sboarina ha chiuso il panel degli interventi aperti da Paolo Paternoster segretario provinciale Lega Nord Liga Veneta di Verona, seguito da Davide Bendinelli di Forza Italia, Ciro Maschio di Fratelli D’Italia, Germano Zanella del Partito dei Pensionati, Anna Cinzia Bonfrisco del Partito Liberale Italiano, Stefano Casali di Verona Domani, Stefano Marzotto di Protagonisti per il Domani e Marco Padovani di Battiti per Verona. Il candidato ha posto l’accento sul programma di Battiti per Verona, di cui è presidente, presentato ancora novembre ed ora on-line, condiviso ovviamente con tutta la coalizione in queste settimane di lavoro, per trovare la sintesi e un punto di equilibrio.  Sboarina punta  sugli intenti e sui programmi comuni e condivisi con la colazione: la centralità della cultura, il ridare peso, centralità e sicurezza alle periferie, alcuni progetti di rilievo come il Central Park allo Scalo Merci, la famiglia naturale, il servizio verso la propria comunità, la trasparenza degli atti amministrativi dove l’opposizione diventa una forza positiva di controllo, e il reale e concreto principio della meritocrazia. Merito, competenza e professionalità diventano le componenti fondamentali degli uomini e delle donne che formano e formeranno la squadra che si è presentata oggi.

(foto Corriere del Veneto)