Del Grande è stato liberato. La gioia dei familiari: «Gabriele sta bene»

Gabriele Del Grande è libero. Il reporter, regista e blogger di Lucca, di 34 anni, che il 9 aprile scorso era stato fermato al confine con la Siria, dove stava facendo alcune interviste, e poi trattenuto in un centro di detenzione  in Turchia. “Gabriele Del Grande è libero. Gli ho parlato adesso sta tornando in Italia. Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari. Lo aspettiamo»,, ha scritto questa mattina il ministro degli Esteri Angelino Alfano in un tweet. «Questa notte il collega ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu mi ha comunicato la decisione. Lo ringrazio», ha dichiarato il ministro degli Esteri.

Fuori di sé dalla gioia il papà di Gabriele Del Grande: «Andiamo a prenderlo a Bologna». Emozionato, Massimo Del Grande ha annunciato che il figlio «dovrebbe arrivare verso le 10 di questa mattina a Bologna. Stiamo andando a prenderlo, è un gran giorno», ha detto Del Grande ai microfoni di Rainews 24. «Mi ha chiamato il ministro Alfano. Ci hanno detto che sta bene», ha detto ancora aggiungendo che la prima cosa che farà sarà di «abbracciarlo forte». «Stiamo andando tutti a Bologna. La moglie di Gabriele sta arrivando da Milano», ha detto Massimo Del Grande che si è messo in viaggio dalla provincia di Pistoia verso il capoluogo emiliano con la moglie e gli altri due figli, dove «alle 10.10 – spiega – è previsto l’arrivo dell’aereo” con a bordo il documentarista». 

Il regista lucchese si trovava fermo in Turchia dallo scorso 9 aprile. Due giorni fa aveva sospeso lo sciopero della sete. In seguito Del Grande aveva ricevuto la delegazione consolare italiana che gli aveva dato alcune schede per contattare i suoi familiari. Vicina al blogger si è mostrata in queste settimane anche tutta la comunità di Lucca che si è mobilitata per la sua liberazione. Sia sulla facciata di palazzo Ducale, sede della Provincia, che su quella di Palazzo Orsetti, la sede del Comune, è stata esposta una gigantografia con una scritta “Gabriele Libero”.