Trump accusa Obama di aver liberato da Guantanamo terroristi recidivi

C’è anche la vicenda del campo di prigionia di Guantanamo e la sua gestione da parte dell’Amministrazione Obama nel mirino dei tweet di Donald Trump. In un post, il presidente Usa scrive che “122 pericolosi prigionieri, rilasciati da Guantanamo dall’Amministrazione Obama, sono tornati sul campo di battaglia. Un’altra pessima decisione!”.  Trump insomma accusa Obama di aver liberato “122 pericolosi prigionieri di Guantanamo” tornati poi al terrorismo, ma in realtà 113 di questi non sono stati scarcerati dal presidente democratico ma da George Bush. Vero però è che Obama durante tutta la sua amministrazione ha sempre promesso che avrebbe chiuso la prigione di Guantanamo e non l’ha fatto mai. Obama su questo ha fatto solo propaganda per accattivarsi i voti e i consensi dei buonisti dem.

A Guantanamo ora ci sono solo 41 detenuti

Nel suo tweet Trump rilancia il tweet di Fox & Friend, il programma del mattino di Fox News di cui è un grande fan, che ha trasmesso un servizio sul raid in Yemen in cui è stato ucciso Yasir al Silm, che era stato effettivamente rilasciato da Obama, ricordando che “prigionieri rilasciati da Gitmo sono tornati a combattere”. Trump ha ripreso quindi la frase, affermando però che tutti e 122 sono stati liberati da Obama. È un rapporto pubblicato lo scorso settembre dall’Office of the Director of National Intelligence ad indicare che la stragrande maggioranza dei prigionieri di Guantanamo, 113 su 122 appunto, tornati a combattere sono stati liberati prima dell’insediamento di Obama il 22 gennaio 2009. Come del resto, cosa che spesso non viene ricordata, è stato durante gli ultimi anni della presidenza Bush che è stato avviato il programma di rimpatrio, in alcuni casi in Paesi terzi, dei prigionieri di Guantanamo, con 532 scarcerazioni. Quando Obama è arrivato alla Casa Bianca nel campo di prigionia che ha tentato senza successo di chiudere erano rimasti 242 prigionieri, 201 dei quali sono stati liberati entro il gennaio di quest’anno. Al momento nella prigione, che Trump sostiene di non voler assolutamente chiudere ma anzi di rafforzare, vi sono 41 detenuti.